Vincente di sera, finale si spera

Dopo il brutto tracollo casalingo contro il Lecce, il Napoli di Gattuso è chiamato ad espiare le molte colpe che gli sono state attribuite da tutto l’ambiente partenopeo, proprio nel post partita Napoli-Lecce. La sfida odierna è Inter-Napoli, gara d’andata valevole per l’approdo alla finale di Coppa Italia. Mister Gattuso schiera in campo il consueto 4-3-3, con Manolas e Maksimovic a guidare la difesa, in attacco out Insigne, il tridente è composto da Elmas -Mertens- Callejon. Risponde Conte con un 3-5-2 affidandosi alla coppia ormai irrimovibile Lukaku- Lautaro Martinez, in difesa rientra dal 1′ minuto Bastoni, al fianco di Skriniar e De Vrij.

PRIMO TEMPO

La partita inizia con un’Inter che aggredisce il Napoli nella sua metà campo, portando così un baricentro alto che schiaccia gli azzurri. All’11’ il Napoli risponde con una progressione offensiva accompagnata dai suoi centrocampisti, Callejon mette in mezzo per la girata di prima di Mertens che finisce di poco sopra la traversa. Al 15′ i nerazzurri sfruttano un passaggio sbagliato in uscita, Lautaro però tira male ed Ospina para senza problemi. Al 47′ contropiede del Napoli, Mertens serve Zielinsky verso la porta, Padelli para con la mano di richiamo, check del VAR sul tocco di braccio sospetto di De Vrij, ma non è punibile in quanto è attaccato al corpo ed il tocco non è volontario. Nulla o poco altro nella prima frazione di gioco, squadre molto corte, compatte che non vogliono concedere nulla all’avversario. Terzini bassi e partenze d’azioni accorte, al fine ovviamente di evitare le ripartenze pericolose. D’altra parte la squadra di Conte pressa molto Demme per non far avere appoggio ai napoletani, nel non possesso invece la squadra di Gattuso tende a schierarsi con un 4-5-1 per ottenere copertura.

SECONDO TEMPO

Riparte la sfida come nel primo tempo ossia con  pressing alto da parte della squadra di casa, ma al 57′ minuto il Napoli esce in contropiede e Fabian Ruiz si inventa un gol d’AUTORE dal limite dell’area, tiro di sinistro nel sette, impossibile parare per Padelli. Nonostante il vantaggio però gli azzurri continuano a sbagliare molti passaggi in uscita, rischiando molto, soprattutto in occasione del palo colpito su rimpallo da parte di Di Lorenzo che rischia l’autogol nella mischia, creata da un errore di Callejon in fase di impostazione. All’85’ Eriksen tira da fuori area, il pallone però viene deviato in calcio d’angolo. Ma termina così la gara d’andata di Coppa Italia a San Siro. 1-0 per il Napoli che vede in lontananza la finale, anche se è ancora prematuro fare previsioni.

TABELLINO

INTER (3-5-2) Padelli; Skriniar (D’ambrosio 45′), de Vrij, Bastoni; Moses (Sanchez 74′), Barella, Brozovic, Sensi, Biraghi; Lautaro Martinez, Lukaku. All. Conte

NAPOLI (4-3-3) Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Zielinsky (Allan 82′) , Demme, Fabian Ruiz; Callejon (Politano 77′), Mertens (Milik 72′), Elmas. All. Gattuso

Arbitro: Calvarese
Assistenti: Ranghetti e Longo
Var: Mariani

Ammoniti: Skriniar (3′ minuto), Manolas (50′ minuto), Conte (70′ minuto), Mario Rui (79′ minuto), Ospina (84′ minuto)

Espulsi:

Marcatori: Fabian (57′ minuto)

Recupero: 2′ p.t, 4′ s.t

A proposito dell'autore

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 22 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente frequento il terzo anno di università, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Post correlati

Translate »