Verso Istanbul 2020: insidie e speranze del Napoli

Appena terminata l’attuale annata europea, con il dominio assoluto delle inglesi, è già tempo di proiettarsi alla prossima edizione della Champions League, che anche quest’anno vedrà il Napoli tra le protagoniste della prestigiosissima competizione.

Il successo del Liverpool di Jurgen Klopp al Wanda Metropolitano di Madrid ha consentito la definizione delle quattro fasce della prossima Champions, che terminerà il 30 maggio 2020 allo stadio Ataturk di Istanbul. I preliminari cominceranno il 25 giugno, dunque tra circa tre settimane già si avrà un quadro più dettagliato.

Le trentadue squadre saranno divise in quattro fasce, secondo il consueto meccanismo. Per ciò che concerne le italiane, in prima fascia, tra le teste di serie, ci sarà la Juventus vincitrice della Serie A, il Napoli verrà inserito in seconda fascia, mentre l’Inter in terza. L’Atalanta, alla prima partecipazione in Champions, è relegata in quarta fascia.

Un’incognita è sicuramente legata ai risultati dei preliminari (ricordiamo che alla prossima Champions League si sono qualificate direttamente 26 squadre, alle quali si aggiungeranno le sei formazione che supereranno la fase preliminare) Quasi certe tutte e quattro le fasce dei sorteggi. La fase a gironi inizierà il prossimo 17 Settembre ma per conoscere la composizione dei vari raggruppamenti l’appuntamento è fissato al 29 Agosto, con il sorteggio in programma a Montecarlo.

Il Napoli, quindicesimo nel ranking europeo, sarà sorteggiato in seconda fascia ed eviterà quindi il Tottenham finalista (contrariamente a ciò che è accaduto l’anno scorso con il Liverpool) ma anche il Borussia Dortmund e la rivelazione Ajax (che tuttavia deve prima superare i preliminari). L’Inter sarà inserita in terza fascia e potrebbe incrociare molte squadre pericolose (tutte quelle di prima fascia esclusa la Juve e tutte le big della seconda tranne il Napoli), mentre l’Atalanta, alla prima partecipazione in Champions, partirà dalla quarta fascia ed è destinata a un girone di ferro.

Porto e Ajax, qualora dovessero qualificarsi per la fase a gironi, finirebbero in seconda fascia, facendo scalare in terza Benfica e Lione. Dinamo Kiev e Celtic invece terminerebbero in terza fascia, facendo scendere in quarta Galatasaray e Lipsia. Tutte le altre squadre, se dovessero superare i turni preliminari, finirebbero in quarta fascia.

Ecco il quadro delle qualificate alla Champions League 2019/20.

PRIMA FASCIA: Barcellona, Bayern Monaco, Juventus, Man City, Psg, Zenit, Liverpool, Chelsea.

SECONDA FASCIA: Real Madrid, Atletico Madrid, Borussia Dortmund, NAPOLI, Shakhtar Donetsk, Tottenham, Porto (preliminare), Ajax (doppio preliminare)

TERZA FASCIA: Bayer Leverkusen, Salisburgo, Valencia, Inter, Benfica, Lione, Dinamo Kiev (preliminare), Celtic (triplo preliminare)

QUARTA FASCIA: Lokomotiv Mosca, Genk, Galatasaray, Lipsia, Atalanta, Lille, Copenaghen, Bate, Young Boys, Astana, Slavia, Dinamo Zagabria (triplo preliminare).

Nella migliore delle ipotesi il Napoli di Carlo Ancelotti potrebbe incrociare i russi dello Zenit, il Celtic e gli svizzeri dello Young Boys, magari per vendicare la sconfitta europea di qualche anno fa ai tempi di Rafa Benitez.

In caso di girone di ferro, i partenopei potrebbero invece trovarsi di fronte il Barcellona, intenzionato anche a fare una campagna acquisti faraonica, i tedeschi del Bayer Leverkusen che sono avversari sulla carta inferiori ma pur sempre insidiosissimi e il Red Bull Lipsia, che evoca ancora brutti ricordi dopo la debacle europea dello scorso anno firmata Maurizio Sarri.

Una nuova stagione è alle porte e il Napoli è chiamato a rispondere presente sul mercato se davvero vuole crescere anche in ambito internazionale. La Champions 2019/20 sta arrivando!

A proposito dell'autore

Giuseppe Lombardi

Post correlati

Translate »