VEDI OMAR QUANT’E’ BELLO!

VEDI OMAR QUANT’E’ BELLO! src=

In questo cappuccino vogliamo occuparci di chi, nella non troppo indolore débacle di ieri sera, è stato tra i pochi a salvarsi e brillare di luce propria: Omar El Kaddouri. Acquisto estivo last minute in tipico ‘Bigon Style’, il belga di sangue marocchino, proveniente dalla B (ergo, sconosciuto a Mazzarri, che non segue i Cadetti), accetta umilmente le illogiche gerarchie del mister, partendo come subalterno ai “titolarissimi”. Dunque niente campionato, solo Europa. Ma è scarico, e appare decisamente ectoplasmatico nelle sue uniche uscite continentali con AIK e PSV. Lo Sciamano di San Vincenzo lo tira fuori dall’armadio dopo quasi tre mesi, con il Pescara. Ora, dacché contro Advocaat e compagnia vale solo per le statistiche, perché non concedergli una chance? Detto, fatto. E in una partita da ultima spiaggia per lui, ecco che il buon Omar ha stupito tutti. Piazzato nella sua posizione naturale di trequartista, il moretto ha svolto un lavoro estenuante su tutto il fronte offensivo. Ha partecipato vivacemente al gioco, suggerendo ripetutamente ai compagni, tirando talvolta in porta e persino ripiegando a dare soccorso in manovre di disturbo. Una prova niente male, quindi, per certi versi sorprendente, viepiù condita da una ritrovata forma fisica che lo stesso ex bresciano, nel dopogara, ha ritenuto essere motivo principale del suo exploit. Ma El Kaddouri ha detto anche altro: “A Gennaio vorrei restare, se il mister mi desse fiducia darei il massimo per ripagarla”. Una rondine non fa primavera e il ragazzotto potrebbe steccare alla prossima esecuzione; però, caro Mazzarri, non lo bruci così frettolosamente. Gli dia una possibilità, lo metta in condizioni di sfruttare le sue capacità insieme ai migliori, anziché farlo deprimere con le mediocri seconde linee.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »