VARRICCHIO: "NAPOLI-SPEZIA CONTERA’ IN SERIE B"

Massimiliano Varricchio è uno degli uomini simbolo dello Spezia. A suon di gol è riuscito a portare la squadra ligure in serie B proprio ai danni dei cugini del Genoa, altra nobile decaduta del calcio italiano. Ora l’ultima fatica, prima delle meritate vacanze, è la doppia sfida con il Napoli per la Supercoppa di C. L’ex attaccante azzurro si è detto felice per la scelta fatta a giugno anche se ricorda ancora con tanta emozione le partite giocate al San Paolo.

Massimiliano, ti aspettavi ad inizio stagione che a "contendere" la Supercoppa di C al Napoli sarebbe stato proprio lo Spezia?

"Penso che non se lo aspettasse nessuno. Senza dubbio per noi è stata una piacevole sorpresa. Questo traguardo, comunque, lo abbiamo conquistato sul campo. E’ stata una stagione molto difficile ma il duro lavoro svolto durante l’anno alla fine ha pagato".

Infatti avete concluso il campionato a +7 sul Genoa mettendo a tacere sul nascere qualsiasi tipo di polemica per i 6 punti di penalizzazione inflitti dalla giustizia sportiva ai rossoblu.

"Questo è senza dubbio un motivo di soddisfazione in più. I sei punti al Genoa, comunque, non sono mai stati tolti perché sono stati in un certo senso compensati da alcune decisioni arbitrali favorevoli".

Chiedesti tu a Marino di andare via o fu la società a volerti cedere?

"Diciamo che fu una decisione presa di comune accordo. La società non puntava su alcuni giocatori e io era tra questi. La prospettiva di giocare con il contagocce non mi allettava particolarmente per questo abbiamo deciso la mia cessione".

Grieco, il tuo sostituto a Napoli, ha decisamente deluso. Pensi che Marino, considerando la tua ottima stagione, si sia pentito di averti ceduto?

"Non penso. Hanno preso Grieco per fargli fare la quarta punta. E’ un ragazzo giovane che deve ancora dimostrare il suo valore".

Cosa ti è rimasto dell’esperienza all’ombra del Vesuvio?

"Rimane certamente l’emozione di quando entravamo in campo al San Paolo. La gente di Napoli è fantastica. Sono una delle tifoserie più belle e calorose d’Italia. Quello che ho provato a Napoli è senza dubbio qualcosa di unico e irripetibile".

Meglio il gol alla Vis Pesaro con la maglia del Napoli o uno con lo Spezia decisivo per la B?

"Per l’importanza sicuramente quello con lo Spezia ma, per l’emozione che ho provato dopo aver segnato, quello con la Vis Pesaro lo ricordo con particolare piacere. Quel ricordo lo porterò sempre dentro. Difficilmente mi ricapiterà di provare una sensazione del genere".

Che effetto farà tornare al San Paolo?

"Tornare a Fuorigrotta da avversario sarà strano. Non so cosa proverò quando entrerò in campo. Quello che è certo è che non appena l’arbitro fischierà l’inizio passeranno tutte le emozioni e l’unico obiettivo sarà quello di fare bene".

Il pronostico di Varricchio per la Supercoppa

"Non serve fare pronostici perché queste partite lasciano il tempo che trovano. Le gare importanti le giocheremo il prossimo anno. Comunque nessuno ci tiene a fare figuracce, questo è chiaro. Sono certo che sarà una bella sfida".

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »