Urge una prima punta, si o no?

ACCUSA(Pm Luigi Giordano)

A nostro avviso non c’era bisogno della scialba prestazione di Pescara per capire che Manolo Gabbiadini non può essere la punta centrale nl 433 di Sarri. Un calciatore che ha caratteristiche per essere lanciato in profondità e negli spazi, poco si sposa per giocare contro la gran parte delle difese che affrontano il Napoli che giocano basse, strette e bloccate. Per di piu’ è avulso nella partecipazione al gioco, infatti dialoga poco con i compagni, non retrocede a scambiare e duettare con il vertice basso del centrocampo e con i due trequartisti. Allo stesso Sarri non deve essere un giocatore che gli piace granchè, visto il suo scarso utilizzo nella scorsa stagione, non capiamo perché adesso si debba puntare su di lui. Assieme a Milik serve un altro calciatore che abbia delle caratteristiche differenti da Manolo, uno che sappia fare il vertice alto nel 433 e che sappia anche giocare spalle alla porta.

DIFESA(Avv. Antonio Lembo)

La scelta di avere di due centravanti sinistri sicuramente atipica ma le caratteristiche di Manolo e Milik sono, a parte il piede, diverse. Il primo vuole gli spazi e il secondo se li crea dialogando molto di più con la squadra, come nello stile Ajax. Pescara fa poco testo e mettere ancora una volta una croce su Gabbiadini ha poco senso. Il ragazzo  ha giocato ancora una volta con l’ombra di Higuain sulla schiena e questo lo ha anticipatamente reso assente giustificato domenica. Il Napoli andrà avanti con loro sicuramente e Sarri saprà utilizzarli al meglio a seconda dell’avversario e del momento di gioco a gara in corso. A meno che…il mercato non è chiuso… E il sogno di un ritorno di Edi sarà sempre vivo fino al 31 Agosto. L’unico capace davvero di alterare gli equilibri in positivo, altrimenti avanti così. 

 

A proposito dell'autore

Luigi Giordano

Post correlati

Translate »