UN PAREGGIO CHE SERVE A POCO

UN PAREGGIO CHE SERVE A POCO src=

Siena (3-5-2): Pegolo; Pesoli, Terzi, Contini; Vitiello, Vergassola, D’Agostino (44’ Angelo), Bolzoni, Del Grosso; Brienza (39’ st Parravicini), Calaiò (35’ st Destro). A disposizione: Farelli, Belmonte, P. Gonzalez, Reginaldo. All. Sannino.

Napoli (3-5-2): De Sanctis; Campagnaro (24’ st Zuniga), Cannavaro, Aronica; Maggio, Gargano (10’ st Lavezzi), Inler (24’ Dzemaili), Dossena; Hamsik, Pandev; Cavani. A disposizione: Rosati, Fernandez, Britos, Vargas. All. Mazzarri.

Arbitro: Damato di Barletta. Assistenti: Maggiani di La Spezia – Dobosz di Roma.

Marcatori: 22’ st Calaiò (S), 41’ st Pandev(N). Al 33’ st Cavani (N) sbaglia un calcio di rigore.

Ammoniti: Campagnaro (N), Pesoli (S), Bolzoni (S), Aronica (N), D’Agostino (S).

Angoli: 6-9 per il Napoli.

Possesso palla: 38%-62% per il Napoli.

Recupero: 0’pt, 4’ st.

Il Napoli coglie un pareggio a Siena che serve solo per muovere la classifica. Toscani in vantaggio con l’ex Calaiò, abile a colpire di testa tutto solo in area piccola. Ci pensa Pandev a raddrizzare un match che sembrava stregato, dopo l’errore dal dischetto di Cavani. Azzurri che chiudono il girone di andata con 29 punti.

Le formazioni – Nel Siena Sannino adotta un 3-5-2 più coperto con Pesoli, Terzi e Contini davanti a Pegolo; a centrocampo molta qualità con Vergassola, D’Agostino e Bolzoni, Vitiello e Del Grosso sugli esterni; in avanti Brienza e Calaiò. Nel Napoli Mazzarri conferma la stessa formazione che ha pareggiato contro il Bologna: in attacco confermato Pandev con Lavezzi in panchina, da poco lo stesso Pocho ha recuperato dall’infortunio muscolare che lo ha tenuto fuori dai campi per circa quattro settimane.

Primo tempo – 3’, Calaiò conquista una punizione al limite dell’area di rigore, va al tiro D’Agostino, palla fuori. 7’, punizione battuta da Pandev, Pegolo para senza problemi. E’ un Napoli che parte bene, Hamsik agisce un po’ più arretrato sulla linea dei centrocampisti. 14’, cross sbagliato di Vergassola, De Sanctis riesce ad anticipare Calaiò. 22’, Pandev recupera palla dopo un errore di Contini, in mezzo per Cavani che di prima spara in porta, Pegolo respinge con i pugni. 29’, punizione di Hamsik dalla sinistra, Campagnaro di testa la manda alta. 40’, sinistro di Calaiò dalla lunga distanza, palla fuori alla sinistra di De Sanctis. 43’, incredibile svarione di Cannavaro, Calaiò si presenta da solo davanti a De Sanctis, pallonetto e palla che si stampa sulla traversa, Aronica si rifugia in calcio d’angolo. Termina la prima frazione di gioco senza recupero.

Secondo tempo – Inizia bene il Napoli: 7’, girata al volo di Cavani di destro, Pegolo si rifugia in calcio d’angolo. 10’, esce Gargano ed entra Lavezzi. 18’, azione offensiva tra Hamsik, Pandev e Lavezzi, il Pocho purtroppo si allunga troppo il pallone e Pegolo blocca. 22’, il Siena passa in vantaggio: cross al centro di Vergassola, Calaiò tutto solo in area piccola di testa mette in rete. Il goal dell’ex. Inspiegabile come il Napoli stia buttando al vento quest’occasione, i toscani oggettivamente non hanno meritato il vantaggio. Al 24’ Mazzarri effettua due sostituzioni: dentro Dzemaili e Zuniga, fuori Inler e Campagnaro. 28’, angolo di Lavezzi, colpo di testa di Cavani, Pegolo blocca. 33’, calcio di rigore per il Napoli per fallo di D’Agostino su Lavezzi: dal dischetto Cavani si fa ipnotizzare da Pegolo. Non ci voleva. 37’, serpentina di Pandev, tiro di sinistro da fuori area, deviazione e palla fuori di poco. 41’, pareggio del Napoli: cross tagliato dalla sinistra di Dossena, Pandev con un colpo di testa chirurgico mette la palla in rete. Quattro i minuti di recupero. 48’, Pandev in area evita l’intervento di un difensore raggirandolo, tiro di sinistro e miracolo di Pegolo! Finisce il match con un pareggio che non soddisfa di certo gli azzurri. Le altre lì davanti non sbagliano un colpo, è ora di essere più umili e cinici.

 

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »