Un Napoli senza Koulibaly: dopo sei stagioni sono maturi i tempi per l’addio

Provare a discutere del valore assoluto di Kalidou Koulibaly è assolutamente un qualcosa di inimmaginabile. Sono anni infatti che il numero 26 azzurro dimostra il suo immenso valore, anni in cui è il stato un punto cardine della formazione partenopea.

La premessa sulle qualità di Koulibaly è d’obbligo, ma è altrettanto vero che non si può non analizzare l’ultima stagione del difensore approdato a Napoli nel secondo anno della gestione Benitez in maniera piuttosto negativa.

L’ultima gara col Barcellona è l’emblema della stagione del senegalese: il fallo su Messi  e le continue progressioni offensive lasciando scoperto la retroguardia difensiva, hanno fatto si che per quasi la totalità degli addetti ai lavori il difensore numero 26 sia risultato il peggiore in campo della sfida degli ottavi di Champions.

Come dicevamo in precedenza, Koulibaly negli anni è stato un punto fermo su cui costruire la rosa partenopea, ma dopo sei stagioni possiamo dire che il Napoli è pronto ad una possibile sua cessione.

Questa considerazione, nasce da tre fattori che ora analizzeremo: nell’estate scorsa il Napoli ha acquistato Manolas che ha tutte le caratteristiche per sostituire il numero 26 azzurro. In seconda battuta, in questa stagione si è avuta la definita consacrazione di Maksimovic nel ruolo di difensore centrale e come se non bastasse la coppia Manolas- Koulibaly per caratteristiche tecniche non ha mai dato ampia sicurezza al reparto arretrato.

Nella partite precedenti alla sospensioni per le competizioni a causa del Covid-19, la coppia Maksimovic- Manolas ha dato ampie garanzie,  mostrando ottima affidabilità e coesione.

C’è anche da aggiungere che questa appena trascorsa è stata la prima stagione senza Raul Albiol al suo fianco. E’ vero una perdita importante per la retroguardia azzurra, ma come affermato in precedenza il valore di Koulibaly non è minimamente discussione.

Ciò che invece è in discussione sta nell’opportunità dopo sei anni di Napoli ,all’età di 29 anni , di vivere una nuova esperienza.

Rispetto agli anni precedenti, il Napoli attuale  ha un’ossatura tale per provare a sostituire Koulibaly, senza dimenticare che già lo scorso anno il presidente De Laurentiis avanzò l’ipotesi di poter cedere il difensore senegalese.

Insomma il momento sembra quello giusto per una cessione del difensore che sicuramente ha scritto pagine importanti di storia del club azzurro. Di sicuro rispetto agli altri anni, il Napoli ha già una coppia di difensori centrali pronta per iniziare un nuovo ciclo.  I tempi per dirsi addio sono maturi. Se cosi fosse Napoli lascerebbe un ragazzo serio ed un professionista esemplare, ma nel calcio bisogna anche capire quando sono maturi i tempi per una cessione importante come nel caso di Koulibaly.

A proposito dell'autore

Saverio Quatrano

Post correlati

Translate »