Un immenso Mertens trascina il Napoli

Finisce con una vittoria meritata la gara contro il Milan, ma il gioco è ancora troppo a sprazzi, Sarri deve ancora lavorare molto con i suoi ragazzi.

Inizio di partita simile a quello di Pescara per gli azzurri, pigri e manovra molto lenta nonostante la presenza di Jorginho. Infatti il Milan tiene bene le linee e si rende molto pericoloso, al settimo Niang dalla sinistra serve molto bene Abate che da due passi mette alto. Il Milan si spegne e il Napoli diventa predominante, infatti, poco dopo il quarto d’ora bellissima azione di Mertens che in area cerca il tiro a giro e colpisce il palo, Milik da pochi metri insacca per il più semplice delle reti. Primo gol polacco nella storia del Napoli. Azzurri in vantaggio e acquistano fiducia, Callejon molto basso e Mertens molto vicino a Milik e sembra quasi un 4-4-2. Ancora Mertens al ventiseiesimo sfiora il raddoppio con un bellissimo tiro a giro, Donnarumma tiene a gala i rossoneri. Raddoppio che arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Callejon, stacca in area Milik e palla nell’angolino 2 a 0 e Napoli che ora gioca bene, il Milan non si rende quasi mai pericoloso, giro palla azzurro, anche se ancora un po’ lento per gli standard a cui aveva abituato la squadra di mister Sarri. L’arbitro fa correre molto il gioco, c’era un giallo per Niang non sanzionato, ma è poca cosa. Finisce il primo tempo, buon Napoli, ma con gioco ancora a sprazzi.

Il Napoli non entra in campo nel secondo tempo, infatti nel giro di quattro minuti il Milan pareggia. Prima Niang, non tenuto da Hysaj e poi Suso, lasciato troppo libero al limite dell’aria battono Reina, che ha qualche colpa sul primo gol. Tra il primo e il secondo gol viene espulso anche Sarri, non si capisce però bene il motivo. Gli azzurri risentono del colpo, entra Zielinsky per un Allan ancora a corrente alternata, proprio il polacco serve Mertens, un’altra azione delle sue, tiro a giro Donnarumma respinge, meno male che c’è Callejon che mette dentro per il 3 a 2. Da qui in poi impazzisce la partita, l’arbitro Valeri perde le redini dell’incontro, Kucka viene prima ammonito poi si fa buttare fuori per le eccessive proteste. La partita diventa nervosa, il Milan reclama un rigore per un fallo di mano di Albiol, ma in realtà e lo stesso Raul a ricevere una gomitata da Romagnoli. Ancora Niang viene ammonito per un fallo su Reina, è la seconda e anche lui viene espulso. Nel finale scappa Insigne sulla sinistra, Lorenzo aveva da poco sostituito un immenso Mertens, che mette in mezzo, Romagnoli nel tentativo di anticipare Callejon, la mette quasi nella sua porta, buttandola via con le mani, ma sui piedi di Callejon che sigla il 4 – 2 finale. Partita non bella, Napoli che più per azioni individuali che per una manovra di squadra, decide un grandissimo Mertens ed un ottimo Milik, che finalizza bene le azioni create. Solite amnesie difensive, dettate dalla poca concentrazione e tensione, dovuta alle troppe voci su questa squadra, Hamsik ancora fuori condizione, bene l’impatto di Zielinsky e solito lavoro di Callejon, premiato anche con due reti. L’anno scorso partite come queste finivano con un pareggio, la sensazione è che il Napoli deve girare sempre alla massima velocità, altrimenti si aprono lacune tra i reparti. Comunque buon risultato per una partita tutto sommato discreta.

 

FORMAZIONI

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol (88’ Chiriches), Koulibaly, Ghoulam; Allan (72’ Zielinsky), Jorginho, Hamsik;  Callejon, Milik, Mertens (77’ Insigne). A disposizione: Sepe, Rafael, Chiriches, Strinic, Maggio, Laciski, Valdifiori, Zielinsky, Grassi, L.Insigne, R. Insigne, Gabbiadini. Allenatore: Sarri.

MILAN (4-3-3) – Donnarumma; Abate (80’ Calabria), G. Gomez, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo, Bonaventura; Suso (85’ Lapadula), Bacca (80’ Sosa), Niang. A disposizione: Gabriel, Diego Lopez, Ely, Vangioni Calabria, Antonelli, Locatelli, Sosa, Honda, J. Mauri, Lapadula, Luiz Adriano. Allenatore: Montella

Arbitro: Valeri

Assistenti di linea: Dobozs – Marrazzo. Arbitri addizionali: Massa – Di Bello.                                 IV uomo: Di Liberatore

Reti: 18’ Milik (N), 33’ Milik (N), 51’ Niang (M), 55’ Suso (M), 74’ Callejon (N), 94’ Callejon (N)

Ammoniti: 53’ Niang (M), 56’ Koulibaly (N), 61’ Gomez (M), 66’ Suso (M), 70’ Hysaj (N), 75’ Kucka (M), 85’ Jorginho (N), 86’ Raul Albiol (N), 89’ Zielinsky (N), 94’ Romagnoli (M).

Espulso: 75’ Kucka (M), 87’ Niang (M)

Recupero: 1’ pt, 4’ st.

A proposito dell'autore

Rosario Verde

Maturita’ classica. Attestato di Intelligence e Spionaggio Industriale conseguito presso L’Iscom, istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione.Giornalista, curatore di rubriche e membro della redazione presso il giornale cittadino “Zapping” di Casandrino. Amante del Latino, si definisce un malato della maglia azzurra. Lettura e scrittura, tecnologie, sport, viaggi sono i suoi hobby nel tempo libero.

Post correlati

Translate »