UDINESE – NAPOLI:SFIDA TRA DUE DIVERSI MODI DI INTENDERE IL CALCIO

UDINESE – NAPOLI:SFIDA TRA DUE DIVERSI MODI DI INTENDERE IL CALCIO src=

Archiviato il passaggio del turno di Coppa Italia contro il Livorno, per il Napoli si delinea all’orizzonte un impegno tutt’altro che semplice. Gli uomini di Reja faranno visita all’Udinese di Pasquale Marino, compagine che gode di ottima salute: è reduce, difatti, dal pareggio a San Siro contro l’Inter alla prima di campionato e dalla vittoria per tre a zero in Coppa Italia contro il Bari. 

MARINO VS REJA   Due diverse culture tattiche si contrapporranno domenica al Friuli. Da un lato lo spettacolare 4-3-3 di Marino; dall’altro, la grande cura della fase difensiva e l’attenzione all’equilibrio tattico tipici di Edy Reja. Giustappunto, leitmotiv dell’incontro sarà la sfida tra gli attaccanti esterni bianconeri e gli esterni bassi partenopei. Quagliarella e Floro Flores potrebbero seriamente impensierire Grava e Savini, i quali, alla luce delle loro caratteristiche prettamente difensive, giocheranno con molta probabilità dal primo minuto. Un 3-5-2, dunque, che in realtà, come spesso verificatosi nella scorsa stagione, maschera uno schieramento con cinque difensori. In casa Udinese rilevante la defezione di Totò Di Natale, infortunatosi alla gamba sinistra nel corso dell’ultimo match di Coppa Italia. Reja, da par suo, sembrerebbe orientato a riproporre dal primo minuto Andrea Cupi, che contro il Cagliari non ha sfigurato, al fianco dei rientranti Cannavaro e Domizzi. Ballottaggio Blasi – Bogliacino a centrocampo per una maglia da titolare, che, invece, dovrebbe essere garantita a Roberto De Zerbi, apparso in gran spolvero contro il Livorno. 

MORALE ALTO   Friulani caricati dall’ottimo incipit di stagione e pronti a dare battaglia contro gli azzurri, in cerca di punti preziosi dopo il ko della prima giornata. Tesi ribadita dalle dichiarazioni di Giandomenico Mesto:” La squadra di Reja avrà grande voglia di riscatto, mi sembra normale. Noi, da parte nostra, cercheremo di spegnere sul nascere questo loro desiderio di rivalsa". In casa Napoli umore risollevato dalla vittoria, seppur ai calci di rigore, contro il Livorno. E’ Paolo Cannavaro a farsi portavoce dello stato d’animo di tutto l’entourage azzurro:”Ad Udine ci sarà probabilmente da soffrire ma noi siamo pronti. Vincere aiuta a vincere. Il risultato positivo in Coppa Italia ci dà il morale giusto per andare in campo sereni e carichi. Dobbiamo mantenere la mentalità messa in mostra contro i toscani e che ha caratterizzato questi anni di successi. I risultati, poi,  arriveranno".

NAPOLI INTATTO   Nonostante le miriadi di voci susseguitesi nelle ultime ore, il Napoli si recherà ad Udine senza alcun acquisto dell’ultima ora. Nessuna operazione portata a compimento, sia in entrata che in uscita. Era stato paventato un interessamento per il ventitreenne attaccante brasiliano Nilmar: una voce che è rimasta tale. Indiscrezioni che non hanno trovato riscontro nella realtà anche quelle che indicavano De Zerbi partente destinazione Cagliari o Dalla Bona verso la Premier League. Marino, invero, avrebbe potuto migliorare l’organico mediante l’acquisizione di un uomo di fascia; un acquisto certamente utile, considerate le palesi difficoltà patite contro il Cagliari. Evidentemente, il direttore ha ritenuto opportuno non apportate alcuna modifica all’organico. Il campo, ad ogni modo, fornirà le risposte a tali interrogativi.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »