TUTTO FACILE CONTRO LO SLOVAN: 3-0 E PRIMO POSTO NEL GIRONE

Bratislava-Napoli-620x400Mertens, Hamsik e Zapata liquidano senza problemi gli slovacchi. Napoli primo nel girone, lunedì il sorteggio.

 

NAPOLI (4-2-3-1) : Andujar; Maggio, Koulibaly, Britos, Ghoulam; Inler, Gargano; Mertens (62’ De Guzman), Hamsik, Callejon (74’ Mesto); Duvan (77’ Higuain).

SLOVAN BRATISLAVA (4-2-3-1) : Perniš; Čikoš, Hudák, Gorosito, Jablonský; Kolčák, Štefánik; Žofčák, Milinković (72’ Halenar), Kubík (87’ Gasparovic); Peltier.

 

Arbitro: Aleksandar Stavrev (Macedonia)

Guardalinee: Marjan Kirovski (Macedonia)- Dejan Kostadinov (Macedonia)

IV Uomo: Nikola Karakolev (Macedonia)

Addizionali : Dimitar Meckarovski (Macedonia)- Dejan Jakimovksi (Macedonia)

 

Marcatori: 5’ Mertens (N), 16’ Hamsik (N), 74’ Zapata (N)

Ammoniti: Hudàk (S)

Recupero: 1’ p.t. , 3 s.t.

Angoli: 7-2

FORMAZIONE- Rivoluzione? Mica tanto! Per centrare senza affanni la vittoria, e di conseguenza il primo posto, Benitez manda in campo una formazione imbottita di prime linee. La novità assoluta è rappresentata da Andujar, che per la prima volta in stagione prende il posto di Rafael, difesa con Maggio e Ghoulam sugli esterni, mentre Britos affianca Koulibaly, al ritorno in campo dopo la squalifica in campionato. Coppia mediana con Inler e Gargano, mentre alle spalle di Duvan agisce quello che in questo momento è il tridente titolare, Mertens-Hamsik-Callejon.

DRIES-MAREK, TUTTO FACILE- Il tristissimo scenario del San Paolo (poco più di quattromila paganti) non influisce sull’inizio degli azzurri, che partono forte e trovano subito il vantaggio al 5’ con Mertens: tiro a giro e palla nell’angolo per l’1-0 Napoli. Le occasioni di Zapata prima e Maggio poi fanno da preludio al raddoppio, messo a segno da Marek Hamsik, che va in gol, come all’andata, con una girata su assist da fermo di Mertens. Al 26’ è Callejon ad avere la palla del 3-0, ma lo spagnolo mette a lato da posizione vantaggiosa, continuando il suo momento nero, mentre alla mezz’ora c’è spazio anche per Andujar, che blocca senza problemi una conclusione centrale di Milinkovic, un minuto primo dell’ingresso in area e tiro di Mertens, con esito uguale. Gli azzurri non si fermano e vanno ancora vicino al gol con la botta dalla distanza di Inler che sfiora il palo alla destra di Perniš al 34’; il primo tempo si chiude con un’altra occasione per Zapata, che svetta al 44’ senza però riuscire a trovare lo specchio.

ANCORA DUVAN! – La ripresa si apre così come il primo tempo, Mertens da spettacolo e cerca un lob dopo essere entrato in area con un fantastico tunnel, ma il suo tentativo si spegne di poco sopra la traversa. Lo Slovan cerca di prendere un po’ di coraggio, ma l’unico brivido lo crea Andujar, che si prende una licenza di troppo e lascia la porta sguarnita dopo un’uscita avventata, ma gli slovacchi non sono lesti ad approfittarne. Il più ispirato tra gli azzurri è senz’altro Mertens, che al 60’ va via in dribbling e incrocia sul palo lungo, ma la sua conclusione viene deviata da Pernis; il folletto belga lascia il posto a De Guzman un minuto dopo. A dare un po’ di pepe ad un secondo tempo che prende via via le sembianze di un allenamento ci pensa Zapata al 69’ con un destro dalla distanza che finisce di poco alto; il colombiano però si riscatta cinque minuti dopo, quando impatta di testa sul traversone di Ghoulam (come a Genova) e trova il suo terzo gol consecutivo tra campionato ed Europa League. C’è spazio anche per Higuain, in campo proprio per Duvan, ma gli ultimi minuti di gara scorrono via senza ulteriori sussulti; il Napoli si qualifica primo in compagnia dello Young Boys, e lunedì conoscerà l’avversaria che dovrà fronteggiare nei sedicesimi di finale.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »