TURNOVER QUANTO BASTA PER MATARE IL TORO

TURNOVER QUANTO BASTA PER MATARE IL TORO src=
Oggi, a poco più di 24 ore dalla palla al centro con il Torino, Benitez parlerà a Castelvolturno. Visite ai musei a parte, il tecnico spagnolo avrà certamente ponderato su chi schierare contro i granata. Certamente ne dirà qualcosa in più in conferenza stampa. In attesa che ciò avvenga, proviamo a ipotizzare chi comporrà l’Undici anti-Toro domenica a ora di pranzo. Tra i pali ci sarà senz’altro Reina. Nel quartetto di difesa, stante la squalifica di Cannavaro (state certi che sarebbe rimasto in panca anche senza di essa …), agiranno come centrali Albiol e Fernandez, fiancheggiati da Armero a sinistra e Mesto a destra. Non è detto che possa ricomparire Maggio, ma l’ex reggino serve come il pane per tenere a bada Cerci. In linea mediana, sorprendentemente pare che il ballottaggio non sia tra Dzemaili e Inler, bensì tra quest’ultimo e Behrami. Ad ogni modo, l’ex di turno sarà un perno sicuro. Non v’è dubbio che Hamsik e Callejon dovrebbero rifiatare sulla trequarti; largo dunque a Mertens e Insigne, tornerà Pandev (ahia, vediamo che combinerà stavolta …). E in attacco? Non sarebbe male gettare nella mischia Higuain e stimolarlo alla guarigione, ma il Pipita potrebbe essere altresì tenuto fresco per Firenze, in modo da concedere un’altra meritata chance a Duvan. Turnover, dunque. Un turnover consistente, ma non pericolosamente eccessivo (altro che Chievo-Napoli 2011) quanto basta per non concedere campo a un Torino che, per quanto rimaneggiato, non farà barricate. Così messo, il Napoli potrà dire la sua.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »