TROFEO MORETTI, LA JUVE VINCE MA IL NAPOLI NON PIANGE

TROFEO MORETTI, LA JUVE VINCE MA IL NAPOLI NON PIANGE src=

Il Trofeo Birra Moretti va alla Juventus che -senza Buffon, Del Piero, Camoranesi e Trezeguet- nella contesa finale prevale sul Napoli agli shoot out. Finisce 1-0 dopo lo 0-0 dei 45'.
Il Napoli sbaglia tutti e tre i rigori in movimento con Gatti, Capparella e Domizzi, la Juve segna con Chiumiento e tanto basta per alzare il primo trofeo del nuovo corso. Gara condotta a ritmi bassi. La Juve fa la partita, ma non trova la via della rete anche se è la squadra che ci prova con più convinzione. Per tre volte Guzman, sfruttando dei "buchi" sulla parte destra della difesa azzurra, è protagonista, ma una volta il palo, un'altra Gianello gli respingono le conclusioni. Ci prova anche Nedved con uno dei suoi bolidi da fuori area, ma non è preciso. Il Napoli, che si affida per metà tempo alle seconde linee, non si rende mai pericoloso. Trotta e Capparella non pungono mai, Sosa e Pià sono evanescenti.
Il Napoli perde ma esce rinfrancato, soprattutto per quanto fatto vedere al cospetto dell'unica squadra di serie A in scena.
Piace, infatti, il Napoli sceso in campo nella prima partita contro l'Inter (assenti i neo-acquisti). Piace e vince grazie ad un gol di Calaiò all'inizio del secondo mini tempo. Contro un'Inter stanca, Edy Reja schiera la formazione titolare, con l'esordio di Dalla Bona che si posiziona nella zona sinistra del centrocampo a tre presidiato da Bogliacino in cabina di regia e da Montervino a destra. Il 4-3-1-2 fornisce segnali incoraggianti, il Napoli non soffre mai l'Inter, più propensa a giocar palla all'inizio del match. Compatto, equilibrato, ordinato, il team partenopeo lascia pochi spazi ai nerazzurri e si propone con la vivacità di De Zerbi, pericolo numero uno per la difesa meneghina. Sarà lui a fornire l'assist vincente a Calaiò, freddo nel battere Julio Cesar con un gran sinistro che s'infila nel "sette" alla destra del portiere brasiliano. Con Bucchi il tandem può funzionare. Gli azzurri legittimano il successo sfiorando il raddoppio con Savini, Dalla Bona e Bucchi. Il Napoli titolare, dunque, dimostra di essere sulla strada giusta. Bene i neo-acquisti: Dalla Bona sembrava far parte del gruppo da una vita, a metà campo è un uomo di qualità molto interessante; Cannavaro e Domizzi hanno dimostrato grande solidità; Bucchi si è mosso bene ed ha i numeri per incantare il San Paolo, così come De Zerbi, eletto giustamente miglior giocatore del torneo, fantasista che risulterà fondamentale per la scalata alla A. La nuova avventura è appena cominciata, potrà essere un anno da protagonista.
NAPOLI-INTER 1-0
NAPOLI: (4-3-1-2) Iezzo; Maldonado Cannavaro Domizzi Savini; Montervino Bogliacino Dalla Bona; De Zerbi; Calaiò Bucchi. All: Reja
INTER: (4-4-2) Julio Cesar; Mycon (31' Zanetti) Cordoba (36' Marino) Andreolli Cesar; Solari Dacourt Cambiasso (33' Pizarro) Stankovic (22' Fautario); Adriano (31' Cruz) Martins (41' Choutos). All: Mancini
ARBITRO: Tagliavento di Terni – RETI: 23' Calaiò – NOTE: Serata calda, 60mila spettatori. Angoli 4-1 per l'Inter; ammoniti: Dacourt, Cordoba.
NAPOLI-JUVENTUS 0-1 (0-0)
NAPOLI: (4-3-1-2) Gianello; Maldonado (27' Giubilato) Cannavaro Domizzi Grava; Montervino (23' Trotta) Bogliacino (40' Gatti) Dalla Bona (19' Amodio); De Zerbi (23' Capparella); Pià Bucchi (19' Sosa). All: Reja
JUVENTUS: (4-4-2) Mirante; Balzaretti Legrottaglie Birindelli Chiellini; Nedved Marchisio Paro Guzman (42' Sculli); Bojinov (32' Chiumiento) Zalayeta. All: Deshamps
ARBITRO: Zanti di Livorno – RETI: Shoot out: GATTI NO – PARO NO – CAPPARELLA NO – CHIUMIENTO GOL – DOMIZZI NO – NOTE: Serata calda, 60mila spettatori. Ammoniti: Marchisio, Amodio, Paro, Gatti, Nedved, Sosa.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »