Il tris natalizio è servito: la Samp cade al San Paolo!

La penultima giornata del girone di andata di Serie A mette di fronte due squadre guidate da tecnici simili per filosofia di gioco: al San Paolo è Napoli-Sampdoria. Azzurri in campo con il consueto 4-3-3 che vede il ritorno dei titolarissimi dal primo minuto; 4-3-1-2 per i blucerchiati con Ramirez alle spalle di Caprari e Quagliarella.

PRIMO TEMPO

Al secondo minuto Ramirez con una punizione dai trentacinque metri soprende Reina e porta in vantaggio gli ospiti. Sette minuti più tardi Insigne dalla sinistra imbecca perfettamente Callejon che calcia con il destro al volo trovando tuttavia la pronta risposta di Viviano che si rifugia in corner. Napoli aggressivo: Mertens stoppa di petto e spalle alla porta fa partire un missile che termina di poco fuori. Al 16’Mertens ruba palla a Barreto servendo poi Callejon: lo spagnolo si fa murare ancora da Viviano ma sulla ribattuta Allan è il più lesto di tutti trovando il gol del pari. Partita spettacolare: dopo che Insigne sfiora la rete con un sinistro velenoso, Hysaj commette una sciocchezza facendosi superare da Ramirez per poi stenderlo successivamente in area: dal dischetto Quagliarella spiazza Reina. Qualche istante più tardi Mertens controlla palla e vede l’inserimento per vie laterali di Insigne che con una splendida conclusione al volo rimette in carreggiata i suoi. Al 39’Allan si porta appresso tutta la difesa della Sampdoria, palla per Mertens che a sua volta offre un assist meraviglioso per Hamsik: tutto solo il capitano non può far altro che segnare e superare di conseguenza il record di Maradona. Nel finale gol annullato a Quagliarella per segnalazione di off-side; si va cosí all’intervallo sul punteggio di 3-2.

SECONDO TEMPO

Ci prova subito Allan con un destro dalla lunga distanza fuori dallo specchio della porta. Dopo soltanto pochi minuti Maurizio Sarri decide di mandare in campo Diawara per conferire maggiore sostanza e aggressività alla mediana che si stava facendo schiacciare dalle offensive della Samp. I blucerchiati non demordono mettendola anche sul piano della cattiveria agonistica, talvolta spropositata. Un pessimo Hysaj poi regala la sfera a Quagliarella che ci prova da fuori non inquadrando di poco la porta. Al 31’Mario Rui sgambetta Kownacki rimediando il secondo giallo. Mertens ci prova da un calcio piazzato: para Viviano. Il finale è al cardiopalmo, Mertens sciupa da distanza ravvicinata ma è il Napoli a vincere. I tifosi possono gioire, il Natale della Serie A è tinto d’azzurro!

 

 

 

 

 

 

IL TABELLINO DELLA GARA

Napoli (4-3-3)- Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho (dall’11’s.t. Diawara), Hamsik (dal 25’s.t. Zielinski); Callejon, Mertens, Insigne (dal 34’s.t. Maggio).   All. Maurizio Sarri

A disposizione: Sepe, Rafael, Maksimovic, Chiriches, Rog, Giaccherini, Ounas, Leandrinho.

Sampdoria (4-3-1-2)- Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Strinic (dal 38’s.t. D.Zapata); Praet, Torreira, Barreto (dal 26’s.t. Verre);  Ramirez; Caprari, Quagliarella (dal 30’s.t. Kownacki).  All.Marco Giampaolo.

A disposizione: Puggioni, Tozzo, Andersen, Murru, Regini, Sala, Capezzi, Djuricic.

 

Arbitro: Davide Massa (sez. Imperia)

Ammoniti: Strinic, Mertens, Mario Rui, Viviano, Torreira, Verre, Ramirez

Espulsi: Mario Rui

Marcatori: 2’p.t. Ramirez, 16’p.t. Allan, 27’p.t. rig. Quagliarella, 33’p.t. Insigne, 39’p.t. Hamsik

Extra-time: 1p.t., 3 s.t.

A proposito dell'autore

Giuseppe Lombardi

Post correlati

Translate »