The caldo: Napoli, poche idee e ben confuse

Male anzi malissimo questo primo tempo andato in scena a Torino, dopo un primo quarto d’ora nel corso del quale si è visto un Napoli compatto e capace di crearsi un’occasione d’oro con Allan – non capitalizzata grazie all’intervento del portiere bianconero – è crollata la squadra, spaccata in due con una mediana incapace di rispondere alle pungolanti azioni degli juventini, micidiale uno-due: Danilo e Higuain, nel primo goal c’e la complicità di Meret, per il secondo è chiaro cos’è un centravanti.

Sotto gli occhi dell’ex allenatore del Napoli i ragazzi di Ancelotti giocano senza precisione particolare, senza ordine particolare insomma: poche idee e ben confuse.

Per il secondo tempo l’augurio e che un allenatore del calibro di Ancelotti riesca a rimettere in riga i suoi ragazzi che possono e devono scuotersi, per l’onore di giocare con la maglia azzurra.

A proposito dell'autore

Gabriella Rossi

Laurea Triennale in Lettere Moderne conseguita presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, laureanda magistrale Filologia Moderna presso l’Università degli studi di Napoli Federico II. Mi diverte molto la fotografia, scrivere, andare ai concerti , viaggiare e ovviamente tifare Napoli.

Post correlati

Translate »