Thè caldo – Milik piú Insigne, che uno-due! Ora serve concentrazione

Scaduti i primi 45′ al San Paolo. In campo si è visto un Napoli pìú dinamico in fase offensiva rispetto alle ultime uscite. I pericoli all’area avversaria arrivano sempre dalle fasce, grazie alla collaborazione tra Rui e Zielinski a sinistra, e grazie al ritrovato Callejon dall’altro lato. Nei primi 20 minuti gli azzurri non sono mai riusciti a creare una limpida occasione da gol, pur riuscendo a imporre il proprio gioco ai blucerchiati, apparsi molto im difficoltà.

Al 25′ dall’esterno andaluso arriva un gran cross basso dalla destra, perfetto per l’1-0 firmato Milik. Basta un solo giro di orologio al Napoli per siglare il raddoppio, proveniente dai piedi di Lorenzo Insigne, tornato al gol dopo 3 mesi di digiuno. Un uno-due rapidissimo che tramortisce gli uomini di Giampaolo, per il momento incapaci di reagire.

Con la partita indirizzata sui binari giusti, Carlo Ancelotti dovrà essere bravo a gestire il risultato per portare a casa la vittoria, senza dover rivivere le situazioni viste, ad esempio, contro il Bologna. Nel secondo tempo serviranno concentrazione, concentrazione e ancora concentrazione.

A proposito dell'autore

Andrea Mallardo

Studente di scienze politiche, iscritto alla associazione italiana arbitri. Segue il Napoli con passione e oggettività. Ha come diversivi il viaggio e lo scrivere. È alla sua prima esperienza come giornalista sportivo

Post correlati

Translate »