Terza cinquina casalinga: Napoli-Legia 5-2. Mertens rientra e ne fa due. Anche Chalobah a segno

E’ il Napoli dei record quello in Europa. Tre gare in casa e tre cinquine. Punteggio pieno, unica in Europa e record di reti realizzate in un girone di Europa League, ben 22! E adesso testa alla Roma.

Vince e convince come sempre il Napoli europeo. Sarri cambia come al solito gli uomini ma la sostanza è sempre la stessa. Insigne si inventa “falso nueve” affiancato da El Kaddouri e dal rientrante Mertens. In mezzo al campo Lopez, Valdifiori e chalobah che dimostra sempre più di avere i numeri per poter dire la sua con la maglia azurra, la scuola chelsea non mente. Dietro è Koulibaly a completare il solito terzetto europeo con Maggio, Strinic e Chiriches e tra i pali ancora una chance per Gabriel. Il Legia si rivela l’ennesima vittima sacrificale al San Paolo dove vige la legge del cinque. Cinque al Bruges all’esordio, cinque ai danesi del Mijdtjlland e altri cinque stasera contro i polacchi del Legia con Mertens e Chalobah protagonisti.

La prima di Chalobah e Lorenzo- Inizia subito bene il Napoli che prende le misure ai polacchi e già al 5′ Mertens su punizione sporca i guantoni di Kuciak che inizia capire che la sua sarà una serata non semplice. Al 19′ primo brivido con David Lopez che colpisce una clamorosa traversa: dopo un assist di Mertens, il tiro dello spagnolo viene deviato da un difensore del Legia ma la traversa salva Kuciak che era rimasto spiazzato dal tiro. Koulibaly prima e Mertens poi in due minuti dal 29′ al 30′ provano a sbloccarla senza fortuna, ma è il preludio al gol che arriva al 31′: David Lopez serve palla in profondità per El Kaddouri che tocca di prima per Chalobah che prima salta Pazdan con un tunnel e poi con uno “scavino” batte il portiere polacco. Grande gol per il giovane ragazzo inglese scuola Chelsea. Il gol stordisce i polacchi che vengono schiacciati dal Napoli che trova il raddoppio con Lorenzo Insigne al 38′ che sfrutta un retropassaggio sbagliato di Jodłowiec (si proprio lui…quello che rifiutò Napoli anni fa…) e a tu per tu con Kuciak non sbaglia.

Nel segno di Mertens – La rirpesa ri apre con lo stesso tema del primo, Napoli in avanti e il Legia che non riesce a trovare il bandolo della matassa. Napoli subito in gol con Chiriches di testa su angolo battuto da Valdifiori ma il direttore di gara annulla per un presunto fallo di El Kaddouri. La moviola chiarirà l’episodio. Ma il terzo gol non tarda ad arrivare. Ci mette appena due minuti Callejon, entrato al posto di Insigne, a siglare la rete del 3-0 su assist di Dries Mertens al 57′. Un gol da vero centravanti per Calletì che arriva a quota 5 gol in questa prima fase di Europa League. Il Legia prova a rialzare la testa con un gol di Vranjes al 62′ che sfrutta una dormita della difesa azzurra che non riesce a mettere in fuorigioco i giocatori polacchi. Ma dura poco la loro gioia perchè si scatena Dries Mertens. Al 64′ il belga riceve assist da Callejon e tira un bolide rasoterra con la palla che prende il palo interno e poi finisce in rete. La doppietta arriva solo nel finale dopo numerosi tentativi da parte di Dries che tra dribbling ubriacanti e tentativi acrobatici. E’ il 90′ quando Dries tira dal limite e infila la palla all’incrocio per il quinto gol azzurro e il record di reti in Europa League, ben 22, che supera quello del Salisburgo di 21 dello scorso anno. Nel recupero gioia per il neo entrato attaccante del Legia, Prijović, che firma il definitivo 5-2 approfittando di un errato fuorigioco della linea azzurra.

Napoli (4-3-3): Gabriel; Maggio, Koulibaly (68′ Albiol), Chiriches (79′ Luperto), Strinic; Lopez, Valdifiori, Chalobah; Mertens, El Kaddouri, Insigne (55′ Callejon). A disposizione: Rafael,Hysaj, Allan, Jorginho. All. Sarri

Legia (4-2-3-1): Kuciak; Bereszyński, Lewczuk, Pazdan, Broź; Vranjes, Jodłowiec; Guilherme, Duda (71′ Trickovski), Kucharczyk (79′ Dyego); Nikolić (60′ Prijović). A disposizione: Malarz, Brzyski, Piech, Saganowski. All. Cherchesov

Arbitro: Aleksandar Stavrev (MKD); assistenti Marjan Kirovski (MKD) e Dejan Kostadinov (MKD)

Marcatori: 31′ Chalobah, 38′ Insigne, 57′ Callejon, 62′ Vranjes, 64′  e 90’Mertens, 92’ Prijovic

Ammoniti: Strinic, Chalobah

 

A proposito dell'autore

Antonio Lembo

Laureato in Ingegneria Elettronica nel 1999 e Giornalista Pubblicista dal 1996 grazie all'esperienza formativa in Rotopress.

Post correlati

Translate »