Taglialatela: “Che ricordi Napoli-Juve! Meret può diventare grande”

A Radio Marte, nel corso della trasmissione ‘Marte Sport Live’, è intervenuto Pino Taglialatela, ex portiere del Napoli

La punizione di Maradona contro Tacconi? “Impossibile da indovinare, c’è troppa poca distanza dalla porta. Inoltre è impossibile da parare perché il portiere è sorpreso, anche le leggi della fisica hanno dovuto inchinarsi ad un gesto che soltanto un tennista con la pallina può compiere.

I tiratori azzurri sulle punizioni? Milik è il migliore a tirare le punizione nel Napoli, quelle di Mertens e Insigne sono più leggibili. Il polacco ha una percentuale altissima, col Parma è stato bravo anche a sfruttare il suggerimento. Per il resto è una punta spettacolare, completa.

Come Van Basten? Sono giocatori che nascono una sola volta, come Maradona e Careca. Milik deve crescere ancora e con Ancelotti troverà la consacrazione. Magari gli servirebbe la cattiveria di Aldo Serena, forse è però elegante rispetto a quest’ultimo.

Clean shit? Incide la bravura del portiere, tutti e 3 del Napoli sono bravi. Poi c’è un sistema difensivo efficace, Ancelotti la cura davvero bene dopo alcune incomprensioni iniziali. Meret è il più forte ed ha margini di miglioramenti enormi. C’è bisogno di Ospina per un giovane come lui, può essere d’esempio e svelare qualche segreto a Meret, senza dimenticare Karnezis”.

A proposito dell'autore

Gabriella Rossi

Laurea Triennale in Lettere Moderne conseguita presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, laureanda magistrale Filologia Moderna presso l’Università degli studi di Napoli Federico II. Mi diverte molto la fotografia, scrivere, andare ai concerti , viaggiare e ovviamente tifare Napoli.

Post correlati

Translate »