SPAL-NAPOLI 0-0

SPAL-NAPOLI 0-0 src=
Spal(4-4-2): Pietrobon; Milana(90’ De Toma); Sadotti; Macchia; Aurelio; La Canna; Roselli; Pirri; Consonni; Altobelli; Tatti(64’ Corallo). All. Allegri.

Napoli(3-5-2): Gianello; Terzi; Scarlato; Ignoffo; Toledo; Corrent; Gatti; Corneliusson; Mora; Sosa(86’ Varricchio); Berrettoni(78’ Abate). All. Ventura.

Arbitro: Orsato

Ammoniti: Milana(s); Pirri(s); Corallo(s); Gatti(n).

Calci d’angolo: 7-4 per la Spal

Recupero: 3’ 1° t.; 4’ 2° t.

Il Napoli non va oltre il pareggio al Mazza di Ferrara e si complica ulteriormente la vita in quella che doveva essere la più semplice delle scalate verso la serie B. La squadra di Ventura ha avuto più di una limpida occasione per passare in vantaggio e per far sua la partita, ma gli attaccanti hanno dimostrato ancora una volta una scarsa lucidità in prossimità della undici metri avversaria. Sia Berrettoni che il "Pampa" Sosa non sono riusciti a scardinare la difesa emiliana nonostante il gran lavoro sulle fasce degli esterni Toledo e Mora. I due sono sembrati davvero in palla così come tutta la difesa partenopea dove ha giganteggiato capitan Scarlato. Più negativa la prova dei centrali di centrocampo con il biondo Corneliusson che ha ampiamente meritato la palma del peggiore in campo. La spal, dal canto suo, è sembrata una squadra ben messa in campo, attendista nella sua trequarti e pronta a ripartire sugli errori azzurri. Nel secondo tempo l’ormai solita stanchezza ha ombrato la prestazione del Napoli e i padroni di casa hanno cercato in tutti i modi di approfittarne con qualche nitida palla gol. Per fortuna però, e grazie anche al buon Gianello, gli attacchi emiliani sono sfumati così come l’ennesima occasione per gli azzurri di portarsi a ridosso delle prime in classifica. Domenica si ritorna al San Paolo.

1 Tempo:

Ad inizio gara è il Napoli a cercare con più insistenza il gol. Al 6’ guizzo di Toledo sulla destra e cross in mezzo intercettato da Corrent che allunga palla per Sosa. L’argentino però non ci arriva e l’azione sfuma a fondocampo. Un minuto dopo è ancora Toledo a mettere in difficoltà la difesa avversaria. Ubriacante azione dell’esterno azzurro, cross per Sosa che, lasciato tutto solo in area di rigore, ha tutto il tempo per stoppare e tirare verso la porta ma colpisce male la palla e il tiro smorzato arriva lentamente fra le braccia del portiere. Al 10’ gran lancio di Gatti per Toledo che in velocità dapprima supera un avversario e poi a tu per tu col portiere emiliano cerca il pallonetto che si stampa sulla parte alta della traversa. Al 17’ si vede anche la Spal. Altobelli ci prova dalla lunga distanaza con un rasoterra che è facile preda di Gianello. Al 18’ su capovolgimento di fronte ancora un cross di Toledo per Sosa che con un rimpallo favorisce il compagno di squadra Corneliusson. Il centrocampista napoletano calcia in maniera scomposta e il pallone sorvola di un bel po’ la traversa. Al 24’ Tatti ruba palla a centrocampo e si invola verso l’area avversaria lasciando partire una staffilata che però non sorprende il bravo Gianello. Su respinta del portiere Altobelli interviene sul pallone ma il gioco era stato fermato per fuorigioco. Al 27’ Berrettoni si destreggia al limite dell’area e viene messo giù dalla difesa emiliana. Il Napoli invoca il calcio di rigore ma per l’arbitro il fallo è stato commesso fuori dalla zona penalty. Al 38’ gran bella azione del Napoli. Corneliusson apre il gioco a sinistra per Mora, l’esterno azzurro crossa al centro per Corrent che stoppa e tira ma la palla viene respinta dalla difesa avversaria. Al 42’ Berrettoni a riesce a sbagliare un facile colpo di testa che avrebbe potuto portare in vantaggio la sua squadra. Su gran cross di Mora l’attaccante azzurro in posizione comodissima non trova la porta.

2 Tempo:

Al 50’ Berrettoni tira dal limite destro dell’area senza impensierire minimamente il portiere Pietrobon. Al 62’ forse la più grande occasione da rete della partita. Sosa raccoglie di testa uno spiovente dalla destra e indirizza palla verso l’angolo meno protetto dell’estremo difensore emiliano ma Pietrobon con un gran colpo di reni riesce a evitare il vantaggio azzurro di un soffio. Ancora Sosa un minuto dopo interviene di testa su calcio d’angolo ma questa volta il tentativo è fin troppo velleitario. All’81’ ci prova la Spal con Sadotti di testa impegnando seriamente il portiere Gianello che riesce a far sua la palla accartocciandosi a dovere. L’ultima azione è targata Abate. Il giovane proveniente dal Milan si inserisce molto bene in area e ruba il tempo anche al portiere emiliano ma incespica sul pallone facendo sfumare quella che poteva essere l’ennesima occasione per portare in vantaggio la sua squadra.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »