Sicurezza e lucidità, quello che serviva ad Ancelotti

Gli azzurri conquistano  i quarti di finale di Europa League, pur uscendo amaramente sconfitti dalla Red Bull Arena. Un risultato che per fortuna non pesa ad Ancelotti, che è stato bravissimo a gestire questo tipo di partita con grande esperienza, senza mettere mai seriamente a rischio la qualificazione. Le preoccupazioni erano tutte per la coppia difensiva, che non ha deluso come molti si aspettavano.

Chiriches è stato fondamentale, la sua esperienza ha fatto in modo che la difesa azzurra affrontasse la partita con attenzione e tranquillità, pur con qualche sofferenza di troppo. Si temeva che non sarebbe riuscito a reggere una gara per tutti e 90 i minuti, purtroppo per il rumeno è stato proprio così, ma per l’ennesimo sfortunato infortunio che al 78′ minuto l’ha costretto ad uscire, si spera nulla di grave. Non a caso, dopo la sua uscita dal campo, il Napoli soffre eccessivamente l’offensiva del Salisburgo, rischiando prima sull’acrobazia di Dabbur e concedendo poi la rete del 3-1 a Leitgeb.

Ancelotti non ha accennato troppe preoccupazioni sulle assenze di Koulibaly e Maksimovic, probabilmente perché sapeva che Chiriches gli avrebbe dato sicurezza e lucidità, visto che il rumeno ha già giocato a questi livelli, e da quello che si è visto ha avuto ragione.

A proposito dell'autore

Marco Ruggiero

Post correlati

Translate »