Sfatato il tabù Friuli! Il Napoli torna a vincere, Insigne torna a segnare

Nel primo tempo veramente pochissimo da raccontare, il primo grande rischio se lo prende il Napoli, infatti al minuto 18 un grave errore di Chiriches permette a Zapata di trovarsi a tu per tu con Reina che neutralizza un brutto tiro del colombiano. Nei primi 45 minuti è irreale il dato delle “parate dei portieri” due per Reina e zero per Karnezis. Mai impegnato quindi l’estremo difensore dei pali bianconeri. Koulibaly è una roccia, migliore dei suoi nel primo tempo, e non permette all’Udinese di accostarsi più volte alla porta di Reina. Il Napoli ci prova al 34esimo con Mertens che spreca tirando al lato.

Secondo tempo che inizia col botto, passano solo 120 secondi e il Napoli passa in vantaggio! Mertens allarga per Callejon che mette in mezzo per Insigne: il napoletano non può fallire l’ 1-0. Scatenato il numero 24, subito dopo la sua rete che ha portato in vantaggio gli azzurri, tira dalla distanza ma stavolta la palla si stampa sulla traversa. Ancora Insigne, protagonista assoluto nella prima parte del secondo tempo, all’56’ spreca e al 57′ sigla il 2-0 su cross di Hysaj sporcato da un clamoroso svarione di Widmer. Succede di tutto e sulla prima disattenzione azzurra l’Udinese, due minuti dopo il secondo vantaggio partenopeo, accorcia le distanze con Periça che colpisce di testa sfruttando un calcio d’angolo.                                      Minuto 72, iniziano i primi cambi per Maurizio Sarri, il tecnico toscano sostituisce uno stanchissimo Hamsik inserendo Zielinski. Entra benissimo il polacco che crea subito la prima occasione fraseggiando con Insigne.         Il Napoli non si ferma e al 77esimo conclude con Mertens servito da un ottimo recupero palla di Allan a centrocampo, il tiro del belga viene però respinto da Karnezis. Standing ovation al minuto 79, secondo cambio per il Napoli: esce Insigne entra Giaccherini. Udinese che attacca tentando di mettere pressione agli azzurri ma il Napoli riparte in contropiede e all’86esimo ci prova con Giaccherini che prova ad infilare un tiro-cross basso non andato a buon fine. Minuto 88, ultimo cambio per il Napoli: dentro El Kaddouri fuori Mertens. Buona ma non ottima la partita del belga giustificata dal sacrificio nel ruolo da falso nove, c’è però il suo zampino nel gol del vantaggio azzurro.                           Napoli che gestisce i 4 minuti di recupero concessi dal signor Banti di Livorno e vince una partita più che ostica.              Tre punti fondamentali e sfatato il tabù Friuli, dove il Napoli ritorna a vincere dopo tanti anni di astinenza (0-5 campionato 2007/08).
UDINESE-NAPOLI 1-2
(primo tempo 0-0) 

MARCATORI: Insigne (N) al 2′ e al 12′, Perica (U) al 14′ s.t.

UDINESE (4-3-3): Karnezis; Widmer, Wague, Danilo, Felipe; Fofana, Kums (dal 30′ s.t. Jankto), Badu; Matos (dall’8′ s.t. Perica), Zapata (dal 36′ s.t. De Paul), Thereau. (Scuffet, Perisan, Angella, Heurtaux, Samir, Ali Adnan, Balic, Kone, Evangelista). All. Delneri.
NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik (dal 26′ s.t. Zielinski); Callejon, Mertens (dal 43′ s.t. El Kaddouri), Insigne (dal 34′ s.t. Giaccherini). (Rafael, Sepe, Tonelli, Albiol, Maksimovic, Strinic, Maggio, Jorginho, Rog). All. Sarri.
ARBITRO: Banti di Livorno.
NOTE: ammonito Felipe (U) per gioco scorretto.

A proposito dell'autore

Gianluca Miranda

Giovane cronista, inizia dapprima e tuttora permane la sua collaborazione con Radiomarte, quindi passa a Sportitalia, ha collaborato anche con 100*100 Napoli. Fido scudiero del collega Silver Mele. Innamorato del Napoli.

Post correlati

Translate »