Sarri : “Tante insidie per la gara di domani. Higuain andrà in campo seppur stanco”

Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Verona-Napoli : “Non dipende certo da noi la volontà di giocare o meno giovedì prossimo, se ci sono margini di sicurezza sarebbe giusto giocare e andare avanti in maniera normale facendo ciò che si fa tutti i giorni Noi non ci possiamo nemmeno ritenere quelli più in pericolo, c’è gente che gira l’Europa per lavoro guadagnando molto meno di noi, ora bisogna concentrarsi solo sul Verona. Higuain? Ha giocato due partite a temperature altissime e dopo un giorno di viaggio, l’ho trovato stanco come è normale che sia, sperando che domani sia in condizioni discrete; avevamo pensato a qualcosa di diverso per lui, ad un impiego part-time domani e un riposo totale in Europa, le situazioni ci portano a dover prendere altre decisioni. Il Verona? E’ la stessa squadra che sei mesi fa ha battuto il Napoli, vale molto di più della classifica di questo momento, è un match pieno di insidie e sarebbe un errore gravissimo sottovalutare l’impegno. La sosta va a rompere le inerzie, noi siamo una squadra di ritmo e non giocare ci comporta ad avere degli inizi di partita leggermente sottotono rispetto al Napoli, vedere i primi minuti di Empoli e quelli con la Fiorentina; la situazione per 5-6 squadre è questa, chiaramente le altre squadre che possono beneficiare della sosta traggono qualche vantaggio. Non abbiamo giocatori particolarmente stanchi in questo momento esclusi quelli che sono rientrati dalle Nazionali; abbiamo Callejon che è quello che è giocato di più con noi ma ci sono 6-7 giocatori che hanno fatto quasi 500 minuti in nazionali, più che riposare alcuni avrebbero bisogno di allenarsi di più e meglio, come Hamsik. Gabbiadini e Mertens? Non sembrano infortuni pesantissimi, ma da qui a dire se ci saranno con l’Inter è prematuro, è una situazione da rivalutare a metà della prossima settimana. L’incidenza percentuale degli infortuni in Nazionale è maggiore rispetto a quella nei club, mi dispiace perchè in questa fase della stagione Gabbiadini per noi era fondamentale come Dries che in ogni situazione di gioco può spaccare la partita. Toni? Se bastasse preparare qualcosa non avrebbe fatto ciò che ha fatto in carriera, l’unica cosa che possiamo fare è tenere lui e tutta la squadra lontana dalla nostra area. L’orario? Se lo chiedi a 100 giocatori non ne trovi uno che ha piacere di giocare alle 12:30, ti ribalta completamente le abitudini del pre-partita e questo crea delle difficoltà. Chiriches? Andrà in campo al posto di Koulibaly, ha avuto un approccio iniziale complicato ma è cresciuto molto, potrebbe giocare anche giovedì. Partita sentita? Quello che ho detto ai ragazzi è che aldilà di tutti gli aspetti questa è una partita importante per la nostra tifoseria e quando uno vive in una città bisogna calarsi nella realtà nello specifico e se la sfida è sentita dai tifosi deve esserlo anche per noi, non vogliamo deluderli”. 

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »