SAMPDORIA ASFALTATA, NAPOLI DA 10 E.. RECORD!

SAMPDORIA ASFALTATA, NAPOLI DA 10 E.. RECORD! src=

SAMPDORIA (4-2-3-1): Fiorillo; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello,Regini; Palombo, Krsticic (58’ Renan); Gabbiadini (64’ Sansone), Eder, Soriano; Maxi Lopez (80’Wszolek).

NAPOLI (4-2-3-1): Reina (79’ Doblas); Maggio, Fernandez, Mesto, Reveillere; Inler, Jorginho; Insigne, Hamsik (64’ Mertens), Callejòn (72’ Zuniga); Duvan. 

Arbitro: Chiffi (Padova)

Guardalinee: Gava (Conegliano) – Musolino (Taranto)

IV Uomo: Iori (Reggio Emilia)

Addizionali: Banti (Livorno) – Manganiello (Pinerolo)

Marcatori: 18’ Zapata (N), 26’ Insigne (N), 30’ Eder (S), 32 Callejon (N) 48’ Hamsik (N) 60’ aut. Mustafi (S), 88’ Wszolek (S)

Ammoniti: Mustafi (S), De Silvestri (S)

Recupero: 0’ p.t. , 3’ s.t.

Angoli: 4-3

FORMAZIONI- Difesa completamente rivoluzionata per il Napoli, con Maggio (in campo dopo l’infortunio al ritorno da Oporto) e Reveillere sugli esterni, e Mesto centrale difensivo ad affiancare Fernandez. In attacco spazio a Duvan al posto di Higuain, con Pandev inizialmente in panchina. Mihajlovic sceglie il trio Gabbiadini-Eder-Soriano alle spalle di Maxi Lopez.

PRIMO TEMPO INFUOCATO-L’atteggiamento speculare e spregiudicato delle due formazioni fa si che il match non sia un classico di fine stagione, e la prima occasione da rete non tarda ad arrivare, con Soriano che al 13esimo mette a lato da posizione leggermente defilata.  La risposta del Napoli , però, non si fa attendere, e al 18esimo gli azzurri passano in vantaggio : Fernandez coglie la traversa sul calcio d’angolo battuto da Callejon, ma sulla ribattuta Zapata si fa trovare pronto e di testa batte il giovane Fiorillo. La Samp cerca con Soriano di creare difficoltà alla difesa del Napoli, ma gli azzurri raddoppiano grazie a Lorenzo Insigne, che al 26esimo trova un bolide dal limite dell’area che beffa Fiorillo e si infila sotto la traversa. Nemmeno il tempo di esultare e Eder imita lo scugnizzo napoletano con una rasoiata dai venti metri che si stampa sul palo interno e termina alle spalle di Reina. Il festival del gol però non si ferma, con Callejon che, da calcio di punizione, trova l’enorme complicità di Fiorillo portando il Napoli sul 3-1; i tentativi di Maxi Lopez e Soriano non cambiano il risultato di un primo tempo scoppiettante che si chiude sul doppio vantaggio per gli azzurri.

FINALMENTE MAREK!- La ripresa inizia come meglio non si poteva : Zapata va via sulla destra e crossa  al centro per Hamsik, che di gran carriera arriva dalle retrovie e mette la palla in rete, rompendo così un digiuno di gol che durava da Napoli-Catania, oltre sei mesi fa.. finalmente Marek! La partita scorre via lentamente fino al 60esimo, quando Mustafi, per anticipare Zapata sul cross di Callejon, infila Fiorillo in scivolata. C’è spazio anche per Doblas, al suo esordio con la maglia azzurra, ma soprattutto per Juan Camillo Zuniga, al ritorno in campo dopo che l’ultima apparizione con la maglia azzurra risaliva alla sfida contro l’Arsenal dello scorso 2 ottobre. Il gol di Wszolek, al minuto 88, serve solo a rendere meno amaro il ko per i blucerchiati, con il Napoli che va a centrare la decima vittoria in trasferta di questo campionato, record assoluto nella storia della società; inoltre, con le cinque reti messe a segno oggi, gli azzurri arrivano a 99 gol segnati in stagione, con la possibilità di arrivare a quota cento nell’ultimo match contro il Verona al San Paolo. Insomma, chapeau Rafa.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »