SALUTE MENTALE E RIABILITAZIONE: A SCAMPIA PER IL 19° TORNEO CALCIO INSIEME .

SALUTE MENTALE E RIABILITAZIONE: A SCAMPIA PER IL 19°  TORNEO CALCIO INSIEME . src=

Venerdì 10 maggio al complesso sportivo ARCISCAMPIA, si è svolta la manifestazione conclusiva del diciannovesimo torneo Calcio Insieme, l’originale esperienza  che coinvolge gli operatori e gli utenti dei Servizi di Salute Mentale  delle varie AASSLL della Regione Campania, coadiuvati dalle cooperative del privato sociale che hanno aderito all’iniziativa.

 

Tale evento prevede oltre alla premiazione delle squadre partecipanti al campionato, anche un triangolare di calcio tra la Nazionale di Calcio Insieme, la Rappresentativa dei Giornalisti Sportivi Napoletani dell’USSI e la Rappresentativa dell’Istituto Tecnico Industriale “Galileo Ferraris di Scampia.

Il Comitato Promotore Calcioinsieme, che lo ha organizzato, avvalendosi della collaborazione tecnica dell’AICS, ha ottenuto il Patrocinio della Regione Campania, del Comitato Italiano Paraolimpico  e non ultimo, il riconoscimento e premio di Rappresentanza dalla Presidenza della Repubblica. 

Sono state  8 le squadre di calcetto che hanno aderito all’iniziativa, in riferimento alle seguenti Unità Operative di Salute Mentale (UOSM) delle varie province campane: Scampia, Posillipo e Ponticelli per l’ASL NA1,  Telemaco Team di Giugliano per l’ASL NA2, Cercola-Pollena, Pomigliano, per l’ASLNA3 sud, Nocera Inferiore per  l’ASL SA, l’ Ass. LIBERA di Casal di Principe per l’ASL CE. Nonostante le molteplici difficoltà (sia di carattere economico che culturale…) che annualmente si incontrano nel condurre e proporre questa esperienza, i risultati terapeutici che gli operatori ottengono annualmente, utilizzando lo strumento calcio per gli utenti afferenti ai vari Servizi, sono soddisfacenti da tutti i punti di vista.

Ormai è di dominio pubblico la constatazione che uno dei seri problemi  che “investe” chi soffre di disturbi psichici, è il distacco  con il mondo sociale ed affettivo, quella realtà che egli sente non appartenergli più e dalla quale crede di essere aggredito ed offeso, creando in lui una reazione di chiusura che lo condurrà ad una emarginazione sociale. Ebbene, in questa dimensione, c’è la perdita della motivazione esistenziale, dei propri riferimenti affettivi e quel sentirsi sconfitti ed isolati comporterà l’implicito annullamento di quella cittadinanza che dovrà con sudore riconquistarsi, perché “ammalato”… E’ in questo contesto che Calcio Insieme opera, risultando di fatto una pratica Terapeutica ( sportiva…) con  una valenza altamente riabilitativa, diventando anno dopo anno, un riferimento istituzionale a cui fanno capo i molteplici Servizi di Salute Mentale della Regione Campania.

Tale progetto, iniziato ufficialmente nel 1993 festeggia il ventennio di attività calcistica (1993 al 2013), trascorso quasi parallelamente alla storia della Salute Mentale in Campania ove la psichiatria rappresenta ed abbraccia una  parte, dell’intero pianeta della problematica psichica…

 

Operatori ed utenti insieme nella stessa squadra, quasi a voler simboleggiare una unione di energie canalizzate verso un unico obiettivo: ridare dignità e motivazione a quanti soffrono di patologie psichiche. Sono stati circa ottanta gli utenti-giocatori che sono scesi  in campo insieme ai circa 20 operatori in questo torneo e si sono affrontati in un entusiasmante campionato ove l’ altro, l’avversario, non è stato che un amico da superare magari in velocità per segnare quel gol che rappresenta non solo una palla in rete ma una volontà di ricominciare…insieme.    

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »