Riprendiamo la rotta

Il Delfino pescarese manda fuori rotta il Napoli per 45′ ma poi ci pensa il marinaio Mertens ad evitare la deriva, ma Giacomelli si fa confondere dal solito Rocchi

Ci sarebbe piaciuto dire…buona la prima….ma oggi di buono si salva poco. Un Mertens lasciato colpevolmente in panchina e un Hamsik tolto forse troppo presto perché nella ripresa, così come in avvio, è solo lui a tenere viva la squadra. Ma la vera colpevole in questo inizio di stagione è la difesa, così tanto acclamata e ritenuta da tutti verso punto di partenza e di forza del Napoli anche quest’anno. Ed invece….pronti via e Koulibaly ripete Berlino, così come Sarri lo aveva già colpevolizzato in conferenza. Poi le belle statuine sul due a zero pescarese. Gli uomini di Oddo con due tiri in porta avevano davvero messo alle corde gli azzurri. È da questo che il Napoli deve ripartire. Non si possono iniziare a perdere punti su campi che verranno certamente “asfaltati” dalle altre. Dries ha salvato il Napoli da un processo che certamente avrebbe messo sulla graticola tutti ma non è certo questo che basta stasera agli azzurri per tirare un sospiro di sollievo perchè certe sofferenze e la scarsa reattività vista in alcuni giocatori nel primo tempo sono davvero inaccettabili.

Sarri deve immediatamente prendere il timone e riportare la barca sulla giusta rotta affidandosi ai migliori elementi del suo equipaggio. Insigne non c’è. Testa altrove. Deve capire davvero con che spirito vuole proporsi quest’anno. Mertens con il suo sguardo cagnesco dopo il primo gol verso la panchina e con la sua esultanza ha fatto capire di non aver digerito la scelta iniziale del mister e di questo il tecnico dovrà fare ammenda. Gabbiadini assente giustificato. Non è il centravanti giusto forse per questo Napoli. Troppa pressione lo scorso anno come vice e troppa oggi per sostituire chi prima di lui ha fatto un record di gol. Ha bisogno di serenità e di giocarsi le sue chance e non è certo stasera che lo si boccia. Anzi. Di occasioni ne avrà ma sarà meglio che Sarri gli scrolli di dosso le responsabilità che oggi Manolo non può reggere. Ripartiamo dal 55′ del secondo tempo dove proprio con la dinamicità di Dries e le giocate di Marek Hamsik e anche di Milik il Napoli ha rimesso in rotta una gara che sembrava alla deriva. Peccato che ancora una volta il Napoli debba trovarsi a dover commentare un caso forse unico negli ultimi tempi….senza la moviola in campo. Rigore assegnato e poi dopo 2′ con la palla quasi sul dischetto negato….qualcuno ci spiegherà presto questa anomalia che aggiunge un pizzico di solita amarezza ad una serata che di suo, per quanto visto per più di 45′, stava già dando il suo amaro reso solo un pò più dolce dai soliti imprescindibili cioccolatini belgi. Che Sarri se ne faccia una ragione, il Napoli non può prescindere da Dries Mertens e da un mercato che in questi dieci giorni dovrà dare qualche scossa nel  reparto arretrato apparso distratto e sornione. Speriamo che qualcuno in società abbia visto la partita….

A proposito dell'autore

Antonio Lembo

Laureato in Ingegneria Elettronica nel 1999 e Giornalista Pubblicista dal 1996 grazie all'esperienza formativa in Rotopress.

Post correlati

Translate »