RIPERCORRIAMO LE VITTORIE DEGLI AZZURRI IN CASA DELLA ROMA

RIPERCORRIAMO LE VITTORIE DEGLI AZZURRI IN CASA DELLA ROMA src=

CAMPO TESTACCIO C' HAI TANTA GLORIA, NESSUNA SQUADRA CI PASSERA' ! ". NEL POPOLARE QUARTIERE ROMANO, ANCORA OGGI FEUDO GIALLOROSSO, LO STADIO DI CASA ERA UNA VERA E PROPRIA FORTEZZA, CHE GARANTIVA AI " LUPI " UN CONGRUO NUMERO DI PUNTI A FINE STAGIONE, TANTO DA FAR NASCERE ANCHE LO STORNELLO DI UN ' ODE POPOLARE AGLI " EROI " CAPITOLINI, IN CUI SPICCAVANO ELEMENTI DEL CALIBRO DI " FUFFO " BERNERDINI, CANNOPNIERI COME GUAITA E VOLK, PORTIERI COME MASETTI, ETC. ETC.. MA LO SCUDETTO NEGLI ANNI '30 NON BAGNO' LE RIVE DEL TEVERE, ARRIVANDO INVECE A SORPRESA NEL 1941 -1942. MA LA ROMA, AL CAMPO TESTACCIO NON GIOCAVA GIA' PIU', ESSENDOSI TRASFERITA AL CAMPO " FLAMINIO ", MA LA MAGIA DI QUEL CAMPO E' ARRIVATA SINO AI NOSTRI GIORNI, TANTO E' VERO CHE NON A CASO, QUANDO I GIALLOROSSI DI ADESSO NON DANNO IL MEGLIO DI SE, DA PIU' PARTI SI INVOCA LO SPIRITO TESTACCINO, EQUIVALENTE ALL' " ANIMUS PUGNANDI " DA PARTE DEGLI EROI DI NATURA GRECA. ANCHE IL NAPOLI ANTE GUERRA ERA COMUNQUE UNA BELLA SQUADRA, TANTO CHE NEL 1933 -1934 GLI AZZURRI ARRIVARONO TERZI, MIGLIOR PIAZZAMENTO DI QUEL DECENNIO. DICIAMO CHE GROSSO MODO, LE SITUAZIONI DI NAPOLI E ROMA RICALCANO IN BUONA PARTE QUELLE CHE CI SONO NEL 2011, E CIOE' DI IMMEDIATO RINCALZO ALLE " GRANDISSIME " DEL CALCIO ITALIANO. POCHE VOLTE ( APPENA 9 ) IL NAPOLI E' RIUSCITO A SPUNTARLA ALL' OMBRA DEL CUPOLONE, ED UNA DI QUESTE OCCASIONI CAPITO' L' 8 APRILE 1934, QUANDO IL NAPOLI RIUSCì A VINCERE PER 2 -1, RIBALTANDO IL RISULTATO CONTRARIO CON L' INIZIALE GOL DI SCOPELLI AL 5°, GRAZIE ALLE RETI DI VOJAK AL 28° E DI ROSSETTI AL 40°. DEL RESTO PARLIAMO DEL NAPOLI DI ATTILA SALLUSTRO ( E SCUSATE SE E' POCO ! ).
UN' ALTRA BELLA VITTORIA IL NAPOLI LA COLSE NEL 1975 -1976 PER 3 -0, DOMINANDO LA GARA IN LUNGO E IN LARGO, SEGNANDO DUE RETI GIA' NEL 1° TEMPO CON SPEROTTO AL 10° E CON SAVOLDI AL 42°. " BEPPE – GOL " REALIZZO' POI LA SUA DOPPIETTA PERSONALE NELLA RIPRESA SU CALCIO DI RIGORE ( 62° ). DA RICORDARE PURE I SUCCESSI DEL 1965 – 1966, CON GOL DI BRACA E SIVORI ( 2 -0 ), CON IL PRESIDENTE FIORE CHE PER L' OCCASIONE FECE PREPARARE PER OGNI GIOCATORE CHE PARTECIPO' ALL' IMPRESA, UNA MEDAGLIETTA CON L' EFFIGE " AI CONQUISTATORI DI ROMA ". DA METTERE IN BACHECA C'E' ANCHE IL SUCCESSO DELL' ANNO DELLO SCUDETTO ( 1 -0 CON UN GRAN GOL DI DIEGO ), E NATURALMENTE IL SECCO 2 -0 CON CAVANI PROTAGONISTA ASSOLUTO CON UNA BELLA DOPPIETTA NELLO SCORSO CAMPIONATO. MANCA UN PASSO PER ARRIVARE A DIECI VITTORIE. PER LA CHAMPIONS E' STRETTAMENTE INDISPENSABILE ARRIVARE ALLA " STELLA "… 

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »