Rafael Cabral Barbosa ha parlato per l’ultima volta da giocatore del Napoli ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli:

“Dopo quel tipo di infortunio che ho subito io non ritorni più come prima. Ci metti un pò di tempo per tornare ai tuoi livelli, per guadagnare forza e sicurezza. Benitez fece bene a cambiare portiere nel corso di quella stagione, perchè non ero più io. Che bello rivivere le emozioni della Supercoppa; rimangono per tutta la vita. Vado via, ma quella resta una notte indimenticabile. Futuro? Ci sono possibilità che possa rimanere in Italia. Non ritornerò in Brasile, resterò in Europa. Ringrazio i tifosi del Napoli: ti fanno sentire a casa; vivono di calcio, non hanno eguali nel mondo. Mi auguro che il Napoli possa vincere lo Scudetto: lo merita l’intera tifoseria. E’ stato un piacere giocare in questa squadra. Considero questa esperienza come un grande dono di Dio, un grande regalo della vita. Porterò tanti amici nel mio cuore, ho conosciuto delle persone eccezionali. Vado via soddisfatto, senza alcun rimpianto. Continuerò a tifare per il Napoli. Secondo me oggi Sarri è l’allenatore ideale per qualsiasi squadra. Sono tre anni che siamo insieme, capisce molto di calcio, è una grandissima persona”