QUESTO CENTROCAMPO NON HA CARATTERISTICHE PER AVERE EQUILIBRIO, SI O NO?

ACCUSA(PM. LUIGI GIORDANO)
La squadra è senza equilibrio e lo è da inizio campionato. Questo perché si è costruito male il Napoli ad inizio campionato. Per volere di Ancelotti si è deciso di tenere solo quattro centrocampisti in organico di cui uno solo Allan con caratteristiche difensive. Ebbene in ogni partita con centrocampisti che sono quasi tutte mezzale gli azzurri finiscono per essere sempre in sofferenza in mezzo al campo ed offrire spazi agli avversari dove inserirsi. Spesso si finisce di giocare con un 424, con i due centrocampisti che sono esposti a brutte figure, soprattutto quando non c’è Allan come nel caso contro il Bologna. Quindi già Ancelotti non ama gli specialisti e quindi gli interdittori puri perché ama i tuttocampisti, poi come ieri si permette pure il lusso di togliere un centrocampista Elmas per fare entrare Mertens e sbilanciare la squadra. Con questa rosa di centrocampisti non ci potrà mai essere equilibrio
DIFESA(AVV.ANTONIO LEMBO)
Lo scorso anno il Napoli aveva fatto a meno a metà stagione di Marek Hamsik lasciando le chiavi del centrocampo del 4-4-2 a Fabian Ruiz e Zielinski con Allan unico interditore visto che ben presto Diawara si infortunò non riuscendo più a giocare fino a fine stagione. L’equilibrio c’era e poteva esser le garantito. L’avvento di Elmas e la crescita di Fabian avevano lasciato intendere sin dalle prima uscite che in un 4-2-3-1 o 4-4-2, il Napoli avrebbe potuto gestire le gare con questo parco di centrocampisti e con la possibilità di avere anche Callejon in mediana come avvenuto in alcune occasioni. Adesso Callejon è finito ai margini, un po’ per il contratto e un po’ per essere probabilmente uno di quelli più in dissenso con alcune scelte di Ancelotti. Sta di fatto che senza l’utilizzo dello spagnolo è chiaro che se contiamo il numero dei centrocampisti c’è un difetto di uomini e ruoli. Elmas ha mostrato grande dinamicità ma poca interdizione anche lui. La scarsità di terzini ha fatto poi la sua parte limitando anche le scelte complessive in tutti i reparti perché Di Lorenzo da esterno di centrocampo non aveva demeritato a Liverpool. Ma oggi il Napoli, oltre a non avere sicurezza nella testa, manca non tanto di un interditore ma un Regista vero! Solo con un regista ci sarebbe equilibrio. Un nuovo Jorginho o più semplicemente un Ciccio Romano. Ma poi…giocherebbe con Ancelotti? Chissà…a Gennaio chiunque sarà in panchina nel Napoli, avrà bisogno di una mente in mezzo al campo.

A proposito dell'autore

Luigi Giordano

Post correlati

Translate »