Questione di centimetri

 

La nuova stagione del Napoli già è iniziata, gli azzurri sono in ritiro e stanno cercando di recuperare gli sforzi del mese di luglio pieno di gare giocate. Gattuso ha a disposizione tutti i suoi calciatori e per quelli arrivati a gennaio è il primo ritiro con gli azzurri. Tra questi i due registi di centrocampo Demme e Lobotka, due calciatori che coprono lo stesso ruolo ma con caratteristiche nettamente diverse. Infatti Demme è più dinamico e molto più difensivo, mentre Lobotka è decisamente più fantasioso, ma entrambi non sono dotati di un gran fisico, essendo ambedue non molto alti. Gattuso, in un centrocampo a tre, ai lati del regista ha fatto spesso giocare Fabian Ruiz e Zielinski, questi ultimi sono votati più all’attacco che alla difesa e infatti gli azzurri spesso hanno sofferto a centrocampo. In più Allan è in partenza ed a questo punto sarebbe forse il caso di investire su un forte centrocampista dotato di un fisico possente, alla Yaya Toure per intenderci, e capace anche di una discreta visione di gioco, piazzarlo davanti alla difesa come frangiflutti in modo da consentire anche agli altri centrocampisti di poter accompagnare meglio l’azione di attacco. In pratica Demme e Lobotka sono troppo leggeri per supportare il centrocampo voluto dall’allenatore degli azzurri, visto anche gli altri calciatori in rosa, quello che manca è un centrocampista dal fisico prestante che incuta timore solo con la sua presenza soprattutto se Gattuso in alcune gare schiererà un centrocampo a due e con tre trequartisti dietro all’unica punta. Insomma come spesso ha detto il tecnico del Napoli si corre il rischio di avere la coperta troppo corta e di lasciare i difensori in balia degli attaccanti avversari, urge un investimento, fatto con intelligenza, cercando quello che non si ha per poter dare a Gattuso la possibilità di attaccare senza scoprirsi troppo.

 

Translate »