IL PSG RIBALTA IL RISULTATO, MA IL NAPOLI E’ PRONTO PER LA CHAMPIONS

higuainIn cinquantamila per il Napoli, in cinquantamila per il Pocho Lavezzi che ritorna a giocare nello stadio che lo ha visto combattere, sudare e lottare, la maglia l’ha rispettata e onorata, merita l’accoglienza destinata ai grandi.

Già sul lungomare ha avuto il primo contatto con i suoi vecchi tifosi, è stato un bagno di entusiasmo, ampiamente meritato, non ha nascosto la Sua soddisfazione, i suoi occhi hanno visto, i suoi occhiali a specchio hanno nascosto l’emozione ed un sorriso è stato il Suo grazie, almeno per il momento.

Il Napoli ha presentato le nuove maglie, mostrate al pubblico su maxi teloni, l’azzurra classica e quella bianca, poco diverse da quelle dello scorso anno, arricchite dalla coccarda tricolore della Coppa Italia ed il nuovo sponsor Pasta Garofalo.

Vengono chiamati i calciatori sul campo, presentazione stile basket NBA, inutile dire entusiasmo per tutti, in particolare per Higuain, Hamsik, Callejon, Mertens, Benitez ed Insigne, il tutto svolto nei 30’ minuti previsti, con l’accompagnamento di fuochi pirotecnici che esplodevano al nome di ogni calciatore, scatenando l’entusiasmo della gente.

Sulle note di “Life is Life” entrano gli azzurri, raggiungendo i parigini già sul campo già da dieci minuti, ovazione per Lavezzi, fischi per Cavani, è il gioco delle parti, il Matador prova i tiri verso la porta ed ogni volta una salva di fischi lo colpisce in pieno, non per il Pocho, che quando segna è un boato.

Napoli: Rafael (75′ Andujar), Maggio (66′ Mesto), Albiol (66′ Henrique), Koulibaly (46′ Ghoulam), Britos, Gargano (46′ Inler), Jorginho (66′ Dzemaili), Callejon (46′ Mertens), Hamsik (46′ Michu), Insigne (79′ Radosevic), Duvan (46′ Higuain). A disp. Colombo, Zuniga, Fernandez, Pandev, Vargas. All. Benitez

PSG: Sirigu (46′ Douchez), Aurier, Thiago Silva (13′ Marquinhos), David Luiz (78′ Van der Wiel), Maxwell (78′ Digne), Chantome (58′ Thiago Motta), Matuidi (71′ Bahebeck), Cabaye (58′ Verratti), Ongenda (55′ Pastore), Lavezzi (64′ Lucas), Cavani (46′ Ibrahimovic). All. Blanc

Arbitro: Damato di Barletta

Marcatore: 51′ Higuain, 55′ Ibrahimovic, 77′ Pastore

Inizia la partita e subito il PSG pressa alto, tutte le azioni dei transalpini partono da David Luiz, sempre preciso e metodico nel dettare i tempi, la differenza tra le due squadre è tanta, il pubblico percependo la difficoltà, prende ad incitare la squadra, al 7’ segna Cavani, ma in evidente posizione di fuorigioco, s’infortuna Thiago Silva ed entra Marquinhos, il Napoli cerca di imbastire qualche azione, ma solo Hamsik non basta, i francesi sono bravi a chiudere gli spazi e rimanere stretti, evitando le ripartenze veloci degli azzurri, al 21’ bella parata di Sirigu su tiro di Insigne, applausi per Thiago Silva che abbandona il campo sorretto dagli addetti del PSG, intanto Koulibaly domina e sovrasta gli avversari, bel lancio di Jorginho per Zapata, esce Sirigu e blocca, iniziano il riscaldamento Higuain, Inler, Mertens, mentre il Napoli sta per segnare con hamsik, tiro deviato in angolo, rabbiosa reazione del PSG che si tramuta in una bordata di fischi per Cavani che cerca di portare l’assalto dei francesi, al 43’ ancora Hamsik, ancora Sirigu a mani aperte a respingere, finisce il primo tempo al grido di “Chi non salta giallorosso è” e giù fischi all’indirizzo di Cavani che scende la scaletta degli spogliatoi, applausi per il Pocho Lavezzi.

La ripresa inizia con Ibrahimovic al posto di Cavani, il Napoli manda in campo Ghoulam, Inler, Mertens, Michu e Higuain, al 47’ grande staffilata di Michu con Sirigu sempre sugli scudi, al 50’ prova di riflessi per Rafael, risposta ottima su tiro di Cabaye, ripsrte il Napoli con Insigne, entra in area, tiro respinge Sirigu, irrompe il Pipita………GOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL, Napoli in gol e San Paolo in visibilio.

Al 54’ pareggia Ibrahimovic, sfruttando una respinta di Rafaele non allontanata da Ghoulam, al 57’ calcio di punizione per il Napoli che con Inler sfiora l’incrocio dei pali,entrano Verratti e Thiago Motta per il PSG, al 59’ assolo di Insigne, entra in area, lo stringono in due, per Damato tutto regolare, due minuti dopo serpentina mortifera e palla in angolo, Lorenzo è incontenibile, esce il Pocho…..immaginate cosa succede, ed entra Lucas, nel Napoli entrano Dzemaili, Henrique, Mesto, escono Jorginho, Maggio e Albiol.

Al 67’ occasione per Insigne,bel diagonale al volo, ma Sirigu dice ancora no, esce Rafael ed entra Andujar, che si presenta subito con una parata, vanificata da un maldestro intervento di Britos che concede un assolo a Pastore che in slalom insacca alle spalle dell’incolpevole estremo difensore azzurro.

Ma il Napoli non ci sta e ritorna ad attaccare a testa bassa, esce Insigne ed entra Radosevic, ma non basta al Napoli, la differenza tra le due squadre è enorme, al momento, il PSG si aggiudica il trofeo Acqua Lete Cup, l’appuntamento è per il 19 con il Bilbao.

 

Claudio Mellone

Rafael: 6 incolpevole sul gol.

Maggio: 6 sprinta, corre, ma non è ancora al meglio.

Albiol: 6 Fa lo stretto indispensabile.

Koulibaly: 7 mostruoso, sempre sicuro, una garanzia.

Britos: 5 è in difficoltà, il livello superiore degli avversari gli crea non pochi problemi.

Gargano: 6 corre, lotta, si mette in evidenza, anche se fischiato si danna per recuperare palloni.

Insigne: 7 meglio nella ripresa con Higuain a fianco.

Hamsik: 7 combattente di razza e si vede.

Callejon: 6 stasera sottotono, si sarà risparmiato per il Bilbao.

Duvan: 6 tranne in due occasioni, si è visto spesso nel ruolo di rifinitore per Hamsik e Insigne.

Higuain: 7 si muove tanto, segna il gol del vantaggio e dialoga molto bene con Insigne.

dal nostro inviato Claudio Mellone

 

Translate »