Prof. Castellacci: “Il protocollo non ha risolto tutti i problemi: soprattutto per i medici”

Enrico Castellacci, presidente dell’Associazione Medici del Calcio non che ex responsabile medico della Nazionale italiana, ha parlato della possibile ripartenza a Radio Punto Nuovo:

“Ho ascoltato un grande ottimismo da parte dei media, come se con gli ultimi accadimenti si fossero risolti tutti i problemi. L’unico vero passo in avanti che è stato fatto è quello del CTS governativo, che ha permesso ai giocatori di tornare a casa dopo gli allenamenti. Un altro passo è quello relativo ai nuovi casi di positività che verrebbero arginati con ritiro fiduciario e controlli a tappeto senza la quarantena obbligatoria. Sulla responsabilità dei medici però niente è cambiato. Abbiamo mandato una lettera chiara dove veniva chiesto perché vengano prese delle decisioni senza consultare gli esperti.

I giocatori torneranno a casa ma dovranno firmare per assumersi la responsabilità. I tamponi sono un’altra questione aperta: ce ne vogliono tanti per tutti i professionisti e non è facile trovarli, neanche a pagamento”.

A proposito dell'autore

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 22 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente frequento il secondo anno di università, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Post correlati

Translate »