Pippo Inzaghi: “Non ci deve mancare il coraggio, Napoli grande squadra”

Vigilia di derby contro il Napoli, in casa Benevento. Il tecnico dei giallorossi, Filippo Inzaghi, analizza la sfida contro gli azzurri di Gattuso che andrà in scena domenica pomeriggio allo stadio Vigorito.

Si passa dalla Roma al Napoli, calendario duro. La squadra come sta?

“Quelle contro il Napoli sono partite in cui non deve mancare il coraggio. Certe partite sono per noi quasi impossibili, ma noi dobbiamo provare a tenerle aperte come abbiamo fatto a Roma. Certamente siamo stati un po’ ingenui, ma io sono felice di vedere che ho una squadra con coraggio ed entusiasmo. Tutte le partite sono difficili. Affrontiamo squadre forti. Domani sarà una ulteriore prova. Non partiamo battuti in partenza. Dovremo fare una grande partita. A Roma abbiamo dimostrato di potercela giocare contro chiunque “.

A livello fisico come sta la squadra?

“Stiamo bene. Recuperiamo Viola che per noi è un giocatore fondamentale. Non avremo Iago, che ha avuto un leggero problemino. Domani non lo rischiamo. Ci auguriamo di averlo già a disposizione mercoledì contro l’Empoli in coppa Italia”.

Il Benevento ha preso spesso gol in contropiede. Cosa pensa di questa tendenza?

“Di chiacchiere ne sento tante. Io penso che l’unica squadra per salvare il Benevento sia quello di giocare al calcio. Abbiamo preso gol solo di ripartenze, perché avevamo giocatori fuori posizione per la troppa voglia di far gol. Abbiamo preso gol evitabili contro Inter e Roma. Io mi tengo stretto quanto di buono abbiamo fatto. Se dicessero che il Benevento fa catenaccio, mi farebbe fastidio”.

Scelte di formazione. Insigne e Maggio hanno possibilità di giocare titolari?

“Tutti quelli convocati possono giocare. Ho dubbi perché la condizione della squadra è buona. Ho l’imbarazzo della scelta”.

A proposito dell'autore

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 22 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente frequento il terzo anno di università, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Post correlati

Translate »