“PIANGE” LA MADUNINA

“PIANGE” LA MADUNINA src=

LA ROSA

 1 Samir Handanovic (Slovenia) · Portiere (’84)

 2 Jonathan (Brasile) · Fluidificante destro (’86) 

 4 Javier Zanetti (Argentina) · Jolly (’73)

 5 Juan Jesus (Brasile) · Difensore centrale/Terzino sinistro (’91) 

 6 Marco Andreolli · Difensore centrale (’86) 

 7 Ishak Belfodil (Francia) · Punta (’92) 

 8 Rodrigo Palacio (Argentina) · Attaccante (’82) 

 9 Mauro Icardi (Argentina) · Punta (’93)

10 Mateo Kovacic (Croazia) · Trequartista (’94) 

11 Ricky Alvarez (Argentina) · Trequartista (’88) 

12 Luca Castellazzi · Portiere (’75)

13 Freddy Guarin (Colombia) · Centrocampista centrale/Esterno destro (’86)

14 Hugo Campagnaro (Argentina) · Difensore centrale (’80)

16 Gaby Mudingayi (Belgio) · Centrocampista centrale (’81) 

7 Zdravko Kuzmanovic (Serbia) · Centrocampista centrale (’87)

18 Wallace (Brasile) · Fluidificante destro (’94)

19 Esteban Cambiasso (Argentina) · Centrocampista centrale (’80)

21 Saphir Taider (Algeria) · Centrocampista centrale (’92)

22 Diego Milito (Argentina) · Punta (’79)

23 Andrea Ranocchia · Difensore centrale (’88)

25 Walter Samuel (Argentina) ·  Difensore centrale (’78)

26 Christian Chivu (Romania) · Difensore centrale/Terzino sinistro (’80)

30 Juan Pablo Carrizo (Argentina) · Portiere (’84)

31 Alvaro Pereira (Uruguay) · Esterno sinistro/destro/centrocampista centrale (’85)

35 Rolando (Portogallo) · Difensore centrale (’84)

55 Juto Nagatomo (Giappone) · Terzino destro/sinistro (’86)

77 Mac Donald Mariga (Kenya) · Centrocampista centrale (’87)

 

L’ALLENATORE

Walter Mazzarri

 

Nato a San Vincenzo (Livorno) il 1 Ottobre 1961

 

IN SERIE A:  350 partite totali

 

        – 141 vinte

        – 108 pareggiate 

        – 101 perse  

 

CONTRO IL NAPOLI: 6 partite (2 V 2 N 2 P)

 

CONTRO BENITEZ: Mazzarri e Benitez non si sono mai affrontati

 

MODULO TATTICO: 3-5-1-1

FORMAZIONE TIPO: Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan, Taider, Cambiasso, Alvvarez, Nagatomo; Guarìn; Palacio.

GIOCATORE PIU’ IN FORMA: Nell’Inter che ha ripreso a marciare in maniera soddisfacente, una menzione speciale va senz’altro a Rodrigo Palacio. Punta unica dello scacchiere di Mazzarri, l’argentino ha già messo a segno nove reti, due delle quali nell’ultima uscita contro il Parma. Con lui un Alvarez sempre più decisivo e sicuro dei propri mezzi, due esterni in forma smagliante (con Nagatomo reduce però da un infortunio), un Cambiasso tornato ai suoi livelli. E attenzione alla crescita di Fredy Guarìn.   

PUNTO FORTE: Bravo è bravo, questo nessuno lo ha mai messo in dubbio. L’arrivo di Walter Mazzarri all’Inter è coinciso con una ripresa importante della squadra, che ha ricominciato a macinare gioco e risultati dopo il disastroso finale di stagione scorsa. Nessun miracolo, ci mancherebbe, solo una quadratura tattica ritrovata e tanti infortuni in meno, con in più la possibilità di contare su uomini al top della condizione e due esterni sempre pericolosi. Del resto questa è sempre stata la forza maggiore di Mazzarri: saper tirare fuori il meglio dai giocatori di fascia, anche quelli mediocri. Mazzarri contro Benitez è la sfida fra due filosofie tattiche diametralmente opposte, fra due allenatori antitetici (anche in quanto palmares…). Chi la spunterà?

PUNTO DEBOLE:  La situazione tragicomica della scorsa stagione non deve e non può essere la giusta cartina di tornasole. Presa “assoluta”, l’Inter di Mazzarri è ancora molto lontana dal rodaggio definitivo. La squadra quella è, molti dei senatori sono ormai alla frutta e alcuni giovani stentano a decollare (ma va?). I risultati altalenanti dell’ultimo periodo stanno a testimoniare una lieve involuzione sul piano del gioco e ambizioni fortemente ridimensionate. Non certo per il tecnico, che invece piange miseria (ma va?) e descrive i suoi come candidati alla zona retrocessione. È facile così, perché poi ogni risultato che verrà sarà migliore del previsto… 

COSI’ LO SCORSO ANNO NAPOLI-INTER 3-1

Napoli: 1 De Sanctis; 55 Gamberini (17' st Rolando), 18 Cannavaro, 5 Britos; 11 Maggio, 85 Behrami, 20 Dzemaili (21' st Armero), 18 Zuniga; 17 Hamsik; 19 Pandev (40' st Insigne), 7 Cavani. A disposizione: 22 Rosati, 15 Colombo, 2 Grava, 4 Donadel, 9 Calaiò, 13 El Kaddouri, 16 Mesto, 25 Radosevic, 88 Inler. All. Mazzarri

 

Inter: 1 Handanovic; 23 Ranocchia (38' st Schelotto), 26 Chivu, 40 Juan Jesus; 42 Jonathan, 17 Kuzmanovic (38' st Pasa), 10 Kovacic, 24 Benassi (1' st Cambiasso), 31 Pereira; 14 Guarin, 11 Alvarez. A disposizione: 27 Belec, 30 Carrizo, 18 Rocchi, 45 Forte, 61 Garritano, 62 Ferrara, 63 Spendlhofer. All. Stramaccioni

Arbitro: Antonio Giannoccaro (sezione di Lecce)

 

Marcatori: 3', 33' (rig) e 33' st Cavani, 23' Alvarez (rig)

Note. Ammoniti: 32' Jonathan, 17' st Juan Jesus, 31' st Ranocchia, 47' st Behrami. Recupero: pt 0, st 3.

 

MARCATORE MIGLIORE: Palacio (9 reti)

INDISPONIBILI: Chivu, Milito, Mariga, Samuel 

SQUALIFICATI: Nessuno

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »