PELLICORI: “SABATO AVREMO IN TESTA SOLO I TRE PUNTI”

PELLICORI: “SABATO AVREMO IN TESTA SOLO I TRE PUNTI” src=

Dopo la brillante vittoria interna contro il Treviso, il Napoli è ora atteso dalla trasferta di Piacenza. Gli emiliani, reduci dal 2-0 rimediato in quel di Brescia, non si possono permettere di perdere altri punti per strada. A maggior ragione se si considera il fatto che giocano in casa. Per capire come la squadra di Iachini si sta preparando alla gara di sabato, abbiamo contattato Alessandro Pellicori. L’attaccante, lo scorso anno in gol al San Paolo con la maglia del Grosseto, ci ha spiegato il tipo di ambiente che attende gli azzurri e come il Piacenza intende affrontare la corazzata partenopea.

 

Dopo l’esperienza negativa dello scorso anno con la maglia del Catanzaro, cosa ti aspetti da questa stagione a Piacenza?

 

“Spero che questo possa essere l’anno del rilancio. Fino a gennaio le cose a Grosseto sono andate abbastanza bene, poi Catanzaro in B è stata un’esperienza poco felice. Ora, però, ho voglia di riscattarmi e fare bene con questa maglia”. 

Il Napoli lo hai già visto all’opera in C, lo scorso anno, quando eri a Grosseto. Come sono cambiati gli azzurri rispetto a dodici mesi fa?

“La C è un campionato molto fisico, dove è difficile far emergere i valori tecnici. Il Napoli lo scorso anno era già una corazzata. Ora, con gli acquisti che ha fatto, è sicuramente una delle pretendenti per andare nella massima serie. Bucchi, Cannavaro e De Zerbi sono calciatori di categoria superiore”.

Con Cacia in contrasto con la società ti senti eccessivamente responsabilizzato dal fatto di avere il peso dell’attacco sulle tue spalle?

“No, assolutamente. Cerco solo di farmi trovare sempre pronto. L’attaccante è un ruolo fondamentale e io cerco di farlo nel miglior modo possibile. Cacia è un grandissimo giocatore, con un futuro importante davanti a sé. Personalmente sono tranquillo, mi alleno sodo per dare il mio contributo alla squadra”. 

Come ti trovi negli schemi di mister Iachini?

 

“Mi trovo molto bene. Cerco di fare i movimenti che mi chiede. Non è difficile seguirlo, con lui stiamo benissimo”.

 

Dopo la sconfitta di Brescia, contro il Napoli può “bastare” un pareggio o punterete decisi alla vittoria?

 

“La nostra mentalità è quella di puntare sempre ai tre punti. Siamo consapevoli della forza del Napoli e se venisse fuori un pareggio comunque non sarebbe male. Dal canto nostro scenderemo in campo per vincere. Sono certo che il pubblico ci darà una grossa mano in questo senso”.  

 

C’è un calciatore del Napoli che vi preoccupa in maniera particolare?

 

“Dire un solo nome è praticamente impossibile. Il Napoli ha una rosa importante con calciatori di categoria superiore. Quello che c’è da temere è senza dubbio il collettivo”. 

 

Che ruolo potrà recitare il Piacenza in campionato?

 

“Sicuramente un ruolo importante. Siamo una squadra giovane ma di valore. Quest’anno la B è particolarmente difficile perché ci sono tante squadre forti ma noi proveremo ad essere la mina vagante”.  

Translate »