PARI DI RIGORE PER IL NAPOLI. ANALISI TATTICA E PAGELLE DI NAPOLI- OFK BELGRADO

PARI DI RIGORE PER IL NAPOLI. ANALISI TATTICA E PAGELLE DI NAPOLI- OFK BELGRADO src=

Napoli  1° tempo(3-4-3) Iezzo, Cannavaro, Cupi, Domizzi, Grava, Montrervino, Gatti, Rullo, Capparella, Calaiò, Lavezzi.

Napoli 2° tempo(4-3-3) Gianello, Garics, Romito, Maldonado, Savini, Gargano, Hamsik, Dalla Bona, De Zerbi, Sosa, Pià(dal 73’ Bucchi)

Ofk Beograd (4-3-1-2) Ilic, Stefanovic, Markovic, Lazarevic, Markoyski, Beljic, Ivelja, Nuhi,Babovic,Kaliderovic,Rakic.

Ammoniti: De Zerbi, Nuhi.

Marcatori: 25’ Babovic(r), 35’ Calaiò(r)

Note: Sosa sbaglia un rigore al 55’. Spettatori circa 500 di cui 100 napoletani. Temperatura mite

Steyr. Il Napoli porta a casa un pareggio nella prima amichevole piu' impegnativa del suo ritiro. Un 1 a 1 contro la formazione  dell’ Ofk Beograd, squadra della prima divisione serba che lo scorso anno ha sfiorato la qualificazione in Uefa e che ha presentato tra le sue file tre nazionali under 21 che hanno perso la finale di categoria contro l’ Olanda. Diciamo che alla fine è stata una partita di rigore, sono stati tre penalty nel bene e nel male a decidere la partita. Uno a testa quello realizzato, uno sbagliato quello dal Napoli che ha impedito agli azzurri di portare a casa l’ intera posta. Le ostilità venivano aperte dai serbi con un diagonale alto del centravanti Rakic al 4’. Il Napoli risponde con punizione di Calaiò ma che il portiere serbo neutralizza al 16’ con una parata in tuffo. Gli azzurri ci provano quattro minuti dopo ancora con il bomber siciliano che non sfrutta al meglio un bel lancio di Gatti. Gli slavi passano in vantaggio cinque minuti dopo, Cupi chiude regolarmente in difesa su Kaliderovic, ma tra lo stupore generale l’arbitro concede un rigore molto dubbio. Dal dischetto trasforma Babovic. Il Napoli reagisce bene dieci minuti dopo: magia di Calaiò che viene atterrato in aera, rigore sacrosanto che lo stesso ragazzo palermitano realizza spiazzando il portiere serbo. Al 42’ Beljic sfiora la rete con un bel diagonale da sinistra, ma Iezzo compie un vero miracolo smanacciando in angolo. In pieno recupero Grava si conquista una punizione ma si infortuna pure alla caviglia. Sugli sviluppi del calcio franco prima Calaiò e poi Cannavaro non riescono ad impattare il bersaglio grosso sotto la porta di Ilic.. Nella ripresa Reja cambia completamente la formazione, centrocampo piu’ tecnico con gli inserimenti di Gargano e Hamsik e piu’ veloce in attacco con Pia e De Zerbi. Gli azzurri partono bene, Hamsik crossa molto bene al centro per Sosa ma l’ argentino viene anticipato di un soffio sulla linea da un difensore serbo. Dieci minuti dopo, bella serpentina di De Zerbi che viene messo a terra. E’ rigore netto, ma Sosa zappa il pallone e tira fuori alla destra del portiere. Il Napoli poi si spegne e non crea più nullo a fine partita. L’ ultima occasione per cambiare il risultato è per i serbi che all’ 88’ sfiorano il gol, ma sulla linea di porta un difensore azzurro compie un intervento miracoloso teso a spazzare il pericolo .

Reja ha quindi voluto provare il tridente in entrambe le formazioni schierate. Lavezzi non ha ancora convinto al meglio, si vede che è in ritardo di condizione. Ma il ritiro è iniziato da poco e gli esperimenti possono ancora continuare.Alla fine il risultato sembra giusto, le due squadre hanno dato il massimo e  tenendo conto dei carichi di lavoro di questi giorni ci si può accontentare.

LE PAGELLE

Iezzo 6 Salva il vantaggio dei serbi con bella parata su Beljic

Grava 6 Solito contributo in termini di generosita’ e di cattiveria agonistica. Si infortuna nel finale

Domizzi 6 Prestazione senza esitazioni al centro della difesa, personalità da vendere

Cannavaro 6,5 Una prestazione ottima sia in difesa che in attacco, bello un salvataggio in difesa ed è bravo anche nelle incursioni offensive

Cupi 6 Gioca da centrale, riesce a tenere con sufficiente disinvoltura il suo avversario diretto

Rullo 6 Prestazione sufficiente giocando da esterno alto di centrocampo

Montervino 6 Partita di grinta e agonismo, senza pecche

Gatti 6,5 Il ragioniere del centrocampo, non dispiace in cabina di regia

Capparella 6 Gioca prima da esterno destro,poi viene spostato, la sua freschezza atletica giova alla squadra

Calaiò’ 6,5 Oltre al rigore si batte come un leone, ottime giocate, peccato che non sempre viene assistito per il meglio

Lavezzi 5,5 Parte benino con qualche bella giocata, poi sia per il passo che per qualche giocata egoistica si esclude un po’ dal vivo del gioco

Gianello s.v Mai impegnato

Garics 5,5 Si inserisce con convinzione ma sbaglia la misura dei cross al centro

Savini 6 Riproposto a sinistra in una difesa a quattro non compie errori e  gioca con diligenza

Romito 6 Gioca da centrale in modo disinvolto, partita senza macchie

Maldonado 6 Il paraguaiano riesce a salvare le castagne dal fuoco nel finale, buona la sua partita

Gargano 6,5 Giocatore ordinato e sempre nel vivo del gioco. E’ piaciuto parecchio.

Dalla Bona 6 Ordinaria amministrazione, diligente, trova qualche inserimento buono in avanti

Hamsik 6,5 Giocatore di personalità dalle grandi dote tecniche. Ottimo senso della posizione

De Zerbi 6,5 Il migliore degli attaccanti schierati nella ripresa. Da vivacità e brio anche giocando sulla fascia destra

Sosa 5,5 Da l’anima come al solito, cicca clamorosamente il rigore che poteva dare il successo al Napoli

Pià 5,5 Non entra mai nel vivo del gioco, sulla fascia sembra un po’ sacrificato, ma la condizione sembra esserci

Bucchi n.g   

A proposito dell'autore

Post correlati

Translate »