Ottimo lavoro per Piccinini, coraggiosa la sua seconda direzione in Serie A

Dopo il successo contro i campioni d’Europa, il Napoli è impegnato a Lecce per la 4^giornata di Serie A. A dirigere il match sarà Marco Piccinini della sezione di Forlì, promosso quest’anno in Serie A, arbitra la sua seconda gara in questo campionato. Gli assistenti sono Galetto e Baccini, al Var Pasqua e Cecconi (AVAR), Baroni IV uomo.

Nel primo tempo non sono mancati gli episodi, soprattutto a pochi minuti dall’intervallo, quando il direttore di gara ha dovuto prima richiedere l’intervento del Var per il fallo di mano di Tachtsidis, e poi ha fatto ripetere il rigore ad Insigne per il comportamento irregolare di Gabriel, che avrebbe dovuto mantenere entrambi i piedi sulla linea di porta, giusta la decisione di Piccinini.

Nel secondo tempo Piccinini ha dovuto concedere un altro rigore, stavolta al Lecce, per un intervento brusco di Ospina su Farias. Per il resto della gara non è chiamato da altre decisioni difficili.

Di seguito la designazione completa:

PICCININI
GALETTO – BACCINI
IV: BARONI
VAR: PASQUA
AVAR: CECCONI

LE PAGELLE

Piccinini 7: Anche se non sembra è la sua seconda gara in Serie A, dirige benissimo il match ed è calmissimo nelle decisioni cruciali, prende sempre le decisioni giuste anche quando la partita si innervosisce. Coraggioso nel far ripetere il rigore ad Insigne per l’irregolarità di Gabriel, facendo valere le nuove regole.

Galetto e Baccini 6: non sono chiamati a nessuna decisione particolarmente difficile, ma non sbagliano e si guadagnano la sufficienza;

Pasqua e Cecconi 6,5: Bene anche il VAR, interviene per segnalare il tocco di mano di Tachtsidis e conferma la decisione di Piccinini sul rigore del Lecce.

GLI EPISODI DEGLI DI NOTA:

Primo tempo

21′ – Arriva il primo giallo del match per Ghoulam, che colpisce da dietro Falco che era partito in velocità;

27′ – Fallo di Fabian su Farias che era intento a partire in contropiede, ha rischiato il giallo lo spagnolo;

28′ – Gol di Llorente, sfrutta un rimpallo su un tiro di Milik e insacca il pallone a pochi passi dal portiere;

36′ – L’arbitro è chiamato al Var per rivedere il tocco di mano di Tachtsidis in area di rigore, giusto assegnare rigore e ammonizione;

38′ –  Errore dal dischetto di Insigne, ma Gabriel ha oltrepassato la linea di porta prima del tiro, il rigore viene giustamente fatto ripetere e il portiere ammonito;

39′ – Raddoppio del Napoli con Insigne, stavolta non sbaglia e buca Gabriel, che aveva anche indovinato l’angolo;

45+1′ – Elmas frana con troppa velocità sul centrocampista del Lecce e si becca la quarta ammonizione del match;

Secondo tempo

46′ –  Primo cambio per il Lecce, dentro Petriccione che prende il posto di Tachtsidis;

49′ Ammonizione per Tabanelli che alza troppo i toni con il direttore di gara;

50′ – Rischio per Elmas che tocca il pallone con un braccio, non ha interrotto un passaggio tra due giocatori, saggia la scelta di assegnare solo una punizione;

52′ – Arriva anche il terzo gol del Napoli, stavolta è il sinistro di Fabian a trafiggere Gabriel;

52′ – Secondo Piccinini l’esultanza di Fabian dura un po’ troppo e lo ammonisce, quasi incredulo il centrocampista del Napoli;

58′ – Calcio di rigore per il Lecce, entrata goffa di Ospina di Farias, rigore netto per i padroni di casa;

59′ – Rigore trasformato da Mancosu e punteggio che va sul 1-3;

65′ – Seconda sostituzione per Liverani, dentro Lapadula fuori Falco;

70′ – Ultima sostituzione per il Lecce, Benzar al posto di Rispoli;

73′ – Ecco anche il doppio cambio per gli azzurri, escono Elmas e Milik per fare spazio a Lozano e Callejon;

82′ – Ancora Llorente, 1-4 per il Napoli, con lo spagnolo che si fa trovare ancora al posto giusto;

87′ – Ultimo cambio per Ancelotti, che concede gli applausi a Llorente e fa mettere qualche minuto nelle gambe a Luperto;

90′ – L’arbitro ha assegnato 4 minuti di recupero;

90+4′ – Fine partita, 1-4 per il Napoli.

A proposito dell'autore

Marco Ruggiero

Post correlati

Translate »