Oggi è a Salerno, ma l’arciere non dimentica Napoli

Presentato oggi a Salerno, il nuovo attaccante della Salernitana che è una vecchia conoscenza in casa azzurra: Emanuele Calaiò.

L’ex centravanti del Napoli non manca di ricordare della sua esperienza all’ombra del Vesuvio: ”Da tanto tempo dicono che sono vecchio, eppure mi sembra che ho segnato sempre tanti gol negli ultimi anni. Non so perche’ Ceravolo e Dezi abbiano deciso di non accettare la proposta, ma personalmente non riesco a stare laddove trovo poco spazio ed ho accettato la proposta della Salernitana consapevole che fosse una sfida affascinante da vincere a tutti i costi. Non mi va di promettere quanti gol segnerò, non mi sono mai sbilanciato in questo senso: conta di più onorare la maglia, sudare la casacca e mettersi a disposizione dei compagni. La rosa mi sembra competitiva, la serie B è di un livello tecnico meno alto rispetto al passato e i play off sono un terno al lotto. Tutto può accadere, sono lontani i tempi in cui c’era l’ammazza-campionato: quando giocavo a Napoli la concorrenza si chiamava Bologna, Genoa e Juventus. Con la spinta dei tifosi nessun traguardo è precluso”.

A proposito dell'autore

Gabriella Rossi

Laurea Triennale in Lettere Moderne conseguita presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, laureanda magistrale Filologia Moderna presso l’Università degli studi di Napoli Federico II. Mi diverte molto la fotografia, scrivere, andare ai concerti , viaggiare e ovviamente tifare Napoli.

Post correlati

Translate »