Non basta l’orgoglio se mancano le gambe e le idee

Brutto primo tempo, il Napoli non tira mai in porta

Napoli molto brutto quello del primo tempo visto dai cinquantamila del San Paolo, dopo i primi dieci minuti di studio è la Fiorentina che si rende pericolosa con Simeone. Il Napoli fa solo possesso palla, ma gli azzurri sono troppo lenti ed impacciati, Pioli ha preparato bene la gara con la sua squadra sempre pronta a ripartire in velocità ed a non concedere spazi agli azzurri. Un solo tiro per il Napoli con Jorginho su bel movimento di Mertens con palla che finisce altissima, poi nessun tiro né tanto meno azioni degne di nota. Anzi sono i viola che hanno la più ghiotta occasione sempre con Simeone, che, in posizione molto angolata. calcia, ma Reina è attento e ribatte di mano, poi lo stesso argentino colpisce di testa ed ancora Reina blocca. Napoli troppo brutto per essere vero, si sente moltissimo la mancanza di Insigne, infatti mai gli uomini di Sarri avevano prodotto così poco nella prima frazione di gioco. Manca un po’ tutto oggi ai partenopei, Sarri deve inventarsi qualcosa se vuole ottenere la vittoria, anche rischiando qualcosa in più, altrimenti la gara si mette su binari non positivi per i colori azzurri.

 

Non basta l’orgoglio se mancano le gambe

Nel secondo tempo il Napoli è più vivo. Ma sembra una squadra che gioca più sui nervi e l’orgoglio piuttosto che con il gioco e la velocità, comunque si fa pericoloso con Zielinski che riceve una bella palla in profondità ma spara alto. Passano pochi minuti sempre il polacco è da solo in area, ma spara addosso a Sportiello che devia sul palo, questa è l’occasione migliore della gara per gli azzurri, la partita si fa sempre più spinosa, la Fiorentina non si fa vedere mai in avanti, ma controlla senza nemmeno soffrire troppo gli attacchi del Napoli, che sembra sempre più stanco e lento, entrano Ounas, Rog e Diawara, ma la situazione cambia poco. Hamsik sfiora l’incrocio dei pali con un bel tiro dal limite, poi tante azioni molto farraginose, che non portano a nulla se non ad un nervosismo sempre più accentuato. L’ultima grande occasione ce l’ha Mertens che da solo non riesce a fare di meglio che calciare addosso a Sportiello, non succede più nulla, finisce in parità, Napoli sempre più privo di idee.

 

 

TABELLINO

NAPOLI-FIORENTINA 0-0

Napoli (4-3-3): Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (30′ st Rog), Jorginho (42′ st Diawara), Hamsik; Callejon, Mertens, Zielinski (28′ st Ounas). A disposizione: Sepe, Rafael, Maksimovic, Giaccherini, Leandrinho, Maggio, Scarf, Chiriches. Allenatore: Sarri

Fiorentina (4-3-3): Sportiello; Laurini (39′ st Gaspar), Pezzella, Astori, Biraghi; Benassi, Badelj, Veretout; Chiesa (28′ st Gil Dias), Simeone, Thereau (22′ st Sanchez). A disposizione: Dragowski, Saponara, Babacar, Vitor Hugo, Cristoforo, Eysseric, Olivera, Lo Faso, Milenkovic, Bruno Gaspar. Allenatore: Pioli

Arbitro: Fabbri

Assistenti di linea: Peretti – Marrazzo

IV uomo: Tagliavento     VAR: Damato    AVAR: Di Fiore

Ammoniti: Badelj (F), Veretout (F), Diawara (N), Gaspar (F), Callejon (N), Rog (N)

Recupero: 0’ pt, 3’ st.

A proposito dell'autore

Rosario Verde

Maturita’ classica. Attestato di Intelligence e Spionaggio Industriale conseguito presso L’Iscom, istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione.Giornalista, curatore di rubriche e membro della redazione presso il giornale cittadino “Zapping” di Casandrino. Amante del Latino, si definisce un malato della maglia azzurra. Lettura e scrittura, tecnologie, sport, viaggi sono i suoi hobby nel tempo libero.

Post correlati

Translate »