NAPOLI- JUVENTUS 8-7

NAPOLI- JUVENTUS 8-7 src=

Incredibile ma vero, dopo sedici anni il Napoli con pieno merito torna a battere la Juventus al San Paolo nel terzo turno di Coppa Italia. E' stata una partita di altri tempi, una partita vissuta senza pause tra le due contedenti al trono di regina della prossima serie B, Il Napoli scendeva in campo con il modulo annunciato, ossia con De Zerbi dietro i due punteros Bucchi e Calaiò. La Juventus invece schierava una squadra prudente con il solo Bojnov di punta con Nedved e Paro a fargli da supporto. La gara è equilibrata con un Napoli che si fa preferire per delle belle giocate di De Zerbi e Calaiò. Ma a sorpresa sono i bianconeri a passare in vantaggio con colpo di testa di Chiellini al 27' sugli sviluppi di un corner. E' dire che alcuni minuti prima era stato negato un penalty sacrosanto per fallo di Buffon su De Zerbi. Il Napoli comunque accelera e non si perde d'animo. A sei minuti dal termine il Napoli pareggia con un gran gol di Bucchi che realizza dopo aver ricevuto da Calaiò che semina metà della difesa juventina.

La ripresa si apre subito con il vantaggio del Napoli al 54' con Calaiò, il quale approfittando di una scivolata di Kovac mette a sedere Buffon. La Juventus immette subito Guzman e Del Piero per alzare il tasso offensivo della squadra. Il Napoli sembra poter contenere le sfuriate abbastanza prevedibili dei bianconeri, ma al 78' Pinturicchio Del Piero trova un tiro dei suoi che fa la barba al palo interno e si insacca alle spalle del sorpreso Iezzo. Ancora una volta quando il numero dieci della Juventus mette piede al San Paolo realizza gol da cineteca. Il Napoli però potrebbe riportarsi in vantaggio ma Pià subentrato ad uno stanco Calaiò getta alle ortiche due occasioni clamorose. Segnaliamo inoltre per qualche lancio di bottigliete il tentativo del sig. Trefoloni di sospendere la partita sul risultato di 2 a 1. Ogni commento sul tentativo di sospensione del match da parte del egocentrico arbitro senese lo lasciamo al lettore.

Si va così ai supplementari, le squadre sono molto stanche. Il Napoli ha una sola vera occasione con Bucchi che spara alto. Nella seconda frazione dell' overtime succede di tutto. Prima viene espulso Camoranesi per un fallo di reazione su Montervino, dopo poco è il turno di Grava che va fuori per doppia ammonizione. La partita sembra trascinarsi verso i rigori ma il finale thrilling deve ancora avvenire. Ancora Del Piero al 120' è bravo ad inseririsi da dietro cogliendo di sorpresa la difesa azzurra ed infilando Iezzo in diagonale. Sembra finita, ma il Napoli con la forza della disperazione nel secondo minuto di recupero trova l'insperato ma meritatissimo pareggio con gol in sforbiciata di Paolo Cananvaro.

Ai rigori il Napoli è più freddo della Juventus ed approfittando degli errori dei bianconeri tra i quali quello di Buffon, il Napoli riesce a conquistare gli ottavi di finale dove troverà il Parma nel mese di novembre.

La vittoria di oggi è il migliore auspicio per il campionato che sta per iniziare, gli azzurri visti oggi sono pronti per una cavalcata che a giugno li dovrà riportare in serie A.

Tabellino    

NAPOLI (4-3-1-2): Iezzo; Grava; Cannavaro; Domizzi; Savini; Bogliacino(dal 95'Amodio); Montervino; Dalla Bona;De Zerbi(dal 79'Pià); Bucchi, Calaiò(dal 67'Trotta) All: Edy Reja

A diposizione:Gianello, Maldonado, Giubilato, Sosa,

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Balzaretti; Birindelli; Kovac; Paro(Del Piero), Chiellini; Marchionni; Zanetti; Giannichedda; Nedved(Guzman); Bojinov. All: Didier Deschamps

Note:Ammoniti: Grava (N) al 25° p.t., Zanetti (J) al 28° p.t, Montervino (N) al 29° p.t., Iezzo (N) al 20° s.t., Savini (N) al 26° s.t., Camoranesi (J) al 44° s.t., Cannavaro (N) al 12° del 1° ts., Amodio (N) al 1° del 2° ts. Espulsi: Camoranesi (J) al 1° del 2° ts, Grava (N) al 9° del 2° ts

Recupero: 1' p.t; 6' s.t. 1'pts; 2' sts.

Marcatori: 27' Chiellini, 39' Bucchi, 52' Calaiò, 78' e 120' Del Piero, 122' Cannavaro.

Rigori: Napoli  Trotta gol, Domizzi gol, Bucchi gol, Dalla Bona parato, Cannavaro parato, Montervino gol, Amodio gol.

 

PAGELLE

Iezzo 6 E' bravo a salvare su Bojnov nel secondo tempo, battezza fuori il secondo gol della Juve.

Grava 6 Partita coriacea e generosa del calciatore casertano, i suoi eccessi di foga però gli costano la doppia ammonizione.

Savini 6 Gioca una partita onesta e gagliarda sulla mancina, giunge stanchissimo nei supplementari.

Montervino 6 Il capitano ci mette cuore e grinta e tanta corsa. Peccato che i suoi passaggi per i compagni sono spesso imprecisi. Segna un bel rigore.

Domizzi 6,5 E' davvero un leone nell' aera di rigore del Napoli, sui palloni alti non da scampo a Bojinov.

Cannavaro 6,5 Partita discreta da difensore centrale, ha il merito di aver segnato il gol del 3 a 3 con un gesto di grande qualità tecnica.

Della Bona 6,5 Ottimo giocatore. Detta i tempi dei fraseggi ai compagni della tre quarti ed è bravo ad inserirsi negli spazi senza palla. Un leone indomabile.

Bogliacino 6 Aveva un cliente rognoso come Giannichedda di fronte a lui. Se le è cavata in modo egregio anche se non è stato appariscente.

De Zerbi 7.5 Un giocatore straordinario. La sua tecnica manda in visibilio il pubblico del San Paolo e manda in tilt la difesa juventina.

Bucchi 6,5 Realizza un goal di ottima fattura e serve la sponda per il raddoppio del suo gemello Emanuele Calaiò.

Calaiò 8 Il migliore in campo in assoluto. E' in una forma stratosferica, serve l'assist a Bucchi nel pareggio seminando la difesa bianconera. Da seconda punta ha la possibilitò di svariare di più mettendo in difficoltà le difese avversarie. Grandioso infine il gesto con cui mette a sedere nel gol del 2 a 1 il portiere campione del mondo Buffon.

Pià 5 Il suo ingresso in campo danneggia la squadra che ha poco profondità in attacco. Sciupa due occasioni clamorose.

Trotta 6 Buona la prestazione del tornante di Ostia che si permette delle ottime chiusure con disinvoltura anche in difesa. Molto freddo e ben tirato il suo rigore.

Amodio 6 Subentra al posto di Bogliacino dando un ottimo contributo in termini di nerbo e grinta ad un centrocampo stanco e logoro. E' suo con qualche brivido il penalty che da il passaggio del turno a Napoli.

Reja 6,5 Mette molto bene in campo la squadra. E' indovinata la mossa di non schierare il più difensivo Maldonado. Cambia Calaiò stanco con Trotti e il logoro Bogliacino con il pimpante Amodio. Forse De Zerbi andava sostituito con Capparella e non con l'insulso Pià. Ha il merito di aver trasmesso una carica agonistica alla squadra non indifferente, si agita nell'aera antistante la panchina fino all' ultimo secondo di partita.

ARBITRO

Trefoloni 5 La sua direzione di gara è largamente insufficiente. Oltre a negare un rigore clamoroso al Napoli, si erge a protagonista fischiando a senso unico per la formazione ospite. Grottessco infine il suo tentativo di sospendere l'incontro per qualche lancio di bottiglietta sul corner.    

    

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »