NAPOLI SULLE GAMBE, RISOLVE ZUNIGA

NAPOLI SULLE GAMBE, RISOLVE ZUNIGA src=

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Santacroce, Cannavaro, Aronica; Maggio, Pazienza (76' Gargano), Yebda, Zuniga (79' Dossena); Hamsik, Sosa (60' Mascara); Cavani. A disposizione: Iezzo, Ruiz, Cribari, Lucarelli. All. Mazzarri

CATANIA (4-4-1-1): Andujar; Potenza, Spolli, Silvestre, Marchese; Schelotto (63' Maxi Lopez), Lodi, Ledesma, Martinho (43' Morimoto); Gomez (71' Ricchiuti), Bergessio. A disposizione: Kosicky, Augustyn, Carboni, Pesce. All. Simeone

Arbitro: Gava di Conegliano Veneto. Assistenti Iannello e Ayroldi, 4° uomo: Peruzzo.

Ammoniti: Yebda, Andujar, Hamsik, Santacroce, Bergessio, Spolli.

Marcatori: 25' Zuniga.

Minuti di recupero: 2' p.t. ; 4' s.t.

A tre giorni di distanza dal match contro il Villareal in Europa League, il Napoli scende di nuovo in campo per affrontare un Catania in piena lotta per non retrocedere. Mazzarri fa ampio turnover, in vista sia del ritorno di giovedì col Villareal, sia per il prossimo turno contro il Milan. Turno di riposo quindi per Dossena e Gargano, sostituiti da Zuniga e Yebda, a cui si aggiungono le squalifiche di Campagnaro e Lavezzi al cui posto vengono schierati Santacroce e Sosa. A sorpresa l'ex di turno Mascara siede ancora in panchina. L'altra sorpresa di giornata è l'esclusione dagli undici titolari di Maxi Lopez: mister Simeone al suo posto gli preferisce Bergessio accompagnato da Gomez in attacco.

Primo tempo. Partita bloccata in avvio, ma la grande occasione è per il Catania con un palo clamoroso di Schelotto all'ottavo minuto su angolo di Lodi. Risponde subito il Napoli con l'uno-due Hamsik-Sosa con l'argentino atterrato da Marchese. L'arbitro decreta il rigore tra le proteste dei catanesi. Cavani va sul dischetto ma il tiro si infrange sul palo. Napoli che non trova spazi e ci prova da fuori al 20' con Pazienza ma Andujar blocca facile in due tempi. Incredibile ma vero, al 24' a segnare è l'inaspettato Zuniga che, su tiro sporcato dalla difesa di Cavani, si ritrova da solo davanti ad Andujar e la mette dentro. Primo gol per lui con la maglia azzurra ed 1-0 meritatissimo. Un possesso palla fittissimo accompagna gli azzurri alla mezz'ora, il Catania tutto dietro la linea della palla non riesce a costruire occasioni da rete. Al 37' Martinho si fa male in un contrasto con Maggio, al suo posto Simeone inserisce l'attaccante Morimoto e cambia modulo. Non succede più nulla e dopo neanche due minuti di recupero l'arbitro fischia la fine del primo tempo con il punteggio di 1-0.

Secondo tempo. Squadre in campo con gli stessi effettivi e Napoli subito pericolosissimo con Hamsik che dal limite impegna Andujar che mette in angolo. Sugli sviluppi dello stesso Maggio di testa mette fuori di pochissimo, ma Napoli pimpante in avvio. Ma il Catania reagisce subito e al 13' con Spolli si rende pericoloso di testa su calcio di punizione defilato di Lodi, prendendo il tempo ad Aronica. Un minuto dopo ancora i siciliani pericolosi con un colpo di testa di Morimoto nell'area piccola di un Napoli un pò in affanno. Girandola di cambi: dentro Mascara e Maxi Lopez, Catania iperoffensivo. Mazzarri si copre e passa ad una difesa a 4.  Al 22' ancora Lodi su punizione si rende molto pericoloso su punizione dai 30 metri, intanto il pubblico rumoreggia per l'arbitraggio di Gava. Subito dopo l'ex Mascara, dopo una bella azione corale, ci prova di tacco ma il tiro è debole e facilmente parato da Andujar. Ma al 27' il Napoli va ancora in affanno su calcio d'angolo del Catania che si rende pericoloso con un cross di Morimoto sporcato dalla difesa azzurra. Alla mezz'ora ancora Zuniga va via in dribbling in area e calcia di sinistro: Andujar respinge con affanno. A dieci dal termine Morimoto stacca bene di testa su cross dal fondo, ma non inquadra la porta. Ancora Catania al 37' con il neo entrato Ricchiuti che dai 30 metri impegna De Sanctis che blocca a terra. Ma il Napoli non chiude e il Catania ci crede. Al minuto 43 occasionassima per il Catania con Morimoto che sfrutta una parata non certo brillante di De Sanctis che non blocca. Napoli alle corde e al 92' Maxi Lopez di testa non prende la porta. E' l'ultima occasione, dopo 4 minuti di sofferenza l'arbitro Gava fischia la fine. Punteggio finale: Napoli 1, Catania 0. 

Un Napoli non brillante vince con fatica contro un Catania troppo rinunciatario nel primo tempo. Tre punti d'oro per la squadra di Mazzarri in vista della difficilissima settimana che si prospetta davvero ricca di emozioni. Il Napoli infatti lunedì sera sfiderà il Milan capolista a San Siro con un distacco di sole tre lunghezze, un match per il primato! Intanto però riflettori puntati sull'Europa League e sulla missione spagnola al Madrigal. Da sottolineare stasera i progressi di Zuniga sull'out sinistro e la buona prestazione del collettivo, nonostante il rigore sbagliato da Cavani.

Translate »