Napoli straripante, via le energie negative, al San Paolo finisce 2 a 0

È tempo di ricominciare per il Napoli, dopo la sosta delle nazionali e la sconfitta contro la Juventus, gli azzurri devono dare importanti segnali di ripresa e trovando subito un’importante vittoria sul campo. La partita in questione è Napoli-Sampdoria, anticipo della terza giornata di campionato, al San Paolo. Carlo Ancelotti schiera un 4-4-2, con Elmas accanto a Zielinsky, Lozano e Mertens coppia inedita in avanti. I Doriani rispondono con un 3-4-3, con Quagliarella prima punta e ai lati Caprari e Rigoni.

PRIMO TEMPO

Il Napoli parte subito con decisione, tenendo il possesso di palla e facendo correre la Samp, verticalizzazioni veloci e grandi movimenti di Lozano e Callejon. Infatti al 13′ con una zampata sul primo palo, segna Dries Mertens, anticipando nettamente Murillo. Al 15′ Elmas chiede ed ottiene un triangolo con Zielinsky, ma il macedone chiude troppo il destro. Al 18′ dopo un recupero magistrale in area della Samp da parte di Koulibaly, Mertens gira sul secondo palo un tiro velenoso, che finisce sulla traversa. Sulla stessa azione la Samp risponde con un contropiede, ma Rigoni spara addosso a Meret un tiraccio. Al 25′ il grande ex, Fabio Quagliarella fa partire un tiro a limite dell’area che termina di poco a lato. Al 44′ ancora Quagliarella, tira una bomba da fuori area che termina di poco a lato.

 

SECONDO TEMPO

 

Stesso copione del primo tempo, Napoli aggressivo ed ordinato nel possesso palla, al 50′ grande elastico di Elmas che salta Murillo e lo lascia sul posto, calcia sul primo palo ma Audero para. Al 53′ ancora Elmas che calcia forte, di poco sopra la traversa. Al 60′ Mertens si gira punta la porta con un tiro a giro, ma il pallone termina di poco alta, Al 68′ Fernando Llorente appena entrato fa un movimento da ladro di area di rigore e serve fuori Mertens che piazza il tiro e fa 2 a 0 per gli azzurri. Al 70′ grande cambio di gioco di Mertens, Callejon colpisce al volo ma Audero nega l’eurogol allo spagnolo. Al 75′ su calcio d’angolo Quagliarella risponde con un tiro di poco a lato. All’83’ Insigne prende la profondità, rientra e con un tiro a giro mette paura ad Audero. Fino alla fine gestione totale da parte della squadra di Ancelotti che fa girare il pallone, sicura e senza prendersi rischi. Ultimo squillo il bel tiro di Amin Younes terminato di poco sopra la traversa.

 

IL TABELLINO DELLA GARA

 

Napoli (4-4-2)- Meret; Di Lorenzo, Maksimovc, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Zielinski; Elmas (Insigne 75′), Fabiàn Ruiz, Lozano (Llorente 64′); Mertens (Younes 80′).  All. Ancelotti

 

A disposizione: Ospina, Karnezis, Malcuit, Luperto, Manolas, Ghoulam Allan, Gaetano.

 

Sampdoria (3-4-3)- Audero, Ferrari, Murillo, Regini (Leris 64′), Bereszisky, Ekdal, Linetty, Murru, Caprari (Gabbiadini 67′), Quagliarella, Rigoni (Depaoli 78′).

All. Di Francesco

 

A disposizione: Seculin, Augello, Chabot, Barreto, Bonazzoli, Ramirez, Colley, Thorsby, Falcone.

 

 

ARBITRO: La Penna

 

ASSISTENTI: Paganessi e Prenna

 

VAR: Banti

 

Recupero: 2 minuti (p.t), 5 minuti (s.t)

 

Ammoniti: Maksimovic (7′ p.t), Regini (25′ p.t), Fabian (36′ p.t), Ancelotti (36′ p.t), Caprari (40′ p.t)

 

Marcatori: Mertens (13′), Mertens (68′)

A proposito dell'autore

Francesco Reale

Mi chiamo Francesco Reale, sono nato a Napoli ed ho 22 anni. Mi sono diplomato all’I.S.S Giancarlo Siani di Napoli ed attualmente frequento il secondo anno di università, presso la Federico II di Napoli, alla facoltà di lingue, culture e letterature moderne europee.

Post correlati

Translate »