NAPOLI SHOW: MISCHIATI PER BENE UN EUROGOAL DI QUAGLIARELLA E UN PIZZICO DI PAZIENZA: L’ATALANTA VA KO.

NAPOLI SHOW: MISCHIATI PER BENE UN EUROGOAL DI QUAGLIARELLA E UN PIZZICO DI PAZIENZA: L’ATALANTA VA KO. src=

Atalanta (4-4-2): Coppola; Garics (21’st Valdes), Manfredini (20’ pt Peluso), Bianco, Bellini; Padoin, De Ascentis, Guarente, Ceravolo; Tiribocchi, Acquafresca (21’ st Doni). All. Conte

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Campagnaro, Rinaudo (7’ st Zuniga), Grava; Maggio, Gargano, Pazienza, Aronica; Hamsik (17’ st Cigarini); Lavezzi (35’ st Datolo), Quagliarella. All. Mazzarri

Arbitro: Rosetti di Torino

Marcatori: 6’ pt Quagliarella, 12’ st Pazienza

Note: ammoniti Bianco (A), Tiribocchi (A), Peluso (A), Padoin (A), Aronica (N), Valdes (A), Doni (A).

Recupero: 2’pt, 4’st

Bergamo – Gli azzurri colgono la terza vittoria in trasferta e l’undicesimo risultato utile consecutivo. Napoli padrone incontrastato della partita, Atalanta allo sbando e contestata fortemente dai suoi tifosi. Show di Quagliarella: prende palla, si gira e di destro segna da 35 mt! Pazienza, grande prova anche quest’oggi, raddoppia e sigilla il suo secondo goal in campionato. Napoli in zona Champions, quarto posto in solitaria. Primo tempo. Nel Napoli c’è Grava centro-sinistra in difesa e Aronica sull’out sinistro. Lavezzi titolare.

Nell’Atalanta coppia d’attacco Tiribocchi-Acquafresca con Doni in panchina. Partita che inizia in sordina, finchè al 6’ succede l’impensabile: palla raccolta da Quagliarella ai 35 mt, si gira di scatto e di destro fa partire un bolide che prende il legno interno e si insacca alle spalle di un impietrito Coppola. Un gollazo di Quagliarella! Napoli in vantaggio. Al 13’ ancora gli azzurri in avanti: sinistro di Aronica da limite dell’area, Coppola respinge a terra. 16’, ancora Quagliarella ci tenta di testa su cross di Pazienza, palla di poco fuori. 18’, si fa vedere l’Atalanta: angolo di Padoin, Guarente di testa e palla sul fondo. Al 20’ l’Atalanta perde Manfredini per infortunio, al suo posto entra Peluso. Al 25’ ci prova Tiribocchi, destro da fuori che De Sanctis blocca sicuro. L’Atalanta pare frastornata e il Napoli non ne approfitta: in più di un’occasione Coppola rinvia in malo modo e gli attaccanti azzurri non riescono a segnare.

Lavezzi funge da trequartista e crea scompigli in area bergamasca. 43’, punizione di Gargano che scavalca la barriera, ma Coppola riesce ad arrivarci con la punta delle dita. Peccato! Non succede più nulla, il Napoli va al riposo in vantaggio di un goal e con una netta supremazia territoriale. Secondo tempo. 2’, Guarente ci prova con il sinistro, De Sanctis blocca. 3’, Lavezzi verticalizza per Quagliarella che si trova da solo contro Coppola: l’attaccante stabiese non riesce a ribadire in rete dopo che il portiere atalantino già era a terra. Occasione sprecata per gli azzurri.

Conte prova a mischiare le carte e inverte gli esterni Padoin e Ceravolo. 7’, Rinaudo non ce la fa, al suo posto entra Zuniga. Aronica va a fare il centrale difensivo e il colombiano agirà sulla fascia sinistra. 12’, raddoppia il Napoli: angolo di Hamsik, svetta di testa Pazienza che anticipa Coppola uscito maldestramente. E’ il raddoppio! Incontenibile gioia di Pazienza, secondo goal in campionato per lui e ancora una volta una prova da incorniciare. Al 17’ Hamsik lascia il posto a Cigarini, che agirà da regista davanti alla difesa. Al 21’ l’Atalanta effettua una doppia sostituzione: fuori Garics e Acquafresca, dentro Doni e Valdes. Bergamaschi a trazione anteriore, con due mezze punte dietro l’unica punta Tiribocchi. Ma la musica non cambia. E’ il Napoli che gestisce il match. Al 34’ Datolo sostituisce Lavezzi, ottima prova la sua. Al 40’ ci prova ancora Guarente dal limite dell’area: sinistro ciabattato, De Sanctis blocca a terra. Sicurissimo come sempre il portierone azzurro. Al 42’ il solito Doni protesta contro Rosetti usando atteggiamenti molto nervosi: l’arbitro torinese lo ammonisce intimandogli l’espulsione.

Dopo 4 minuti di recupero finisce il match: Napoli che espugna Bergamo dopo più di dieci anni e coglie in trasferta l’undicesimo risultato utile consecutivo. Complimenti ai calciatori e al mago Mazzarri, la sua cura funziona alla perfezione. Azzurri quarti da soli: siamo noi a godere alla fine…

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »