NAPOLI-PENAROL 1-1

NAPOLI-PENAROL 1-1 src=

Napoli:. De Sanctis, Fernandez, Cannavaro (31’ st. Rinaudo), Ruiz (21’ st. Aronica), Maggio, Inler (31’ s.t. Bogliacino), Dzemaili (18’ s.t. Donadel), Dossena, Hamsik (31’ s.t. Cigarini), Mascara (18’ s.t. Santana), Lucarelli (35’ Dezi). A disp.: Rosati, Colombo, Grava, Britos. All.: Mazzarri

Penarol: Carini, Mac Eachen, Gonzales, Freitas, Rodriguez, Pastorini, Perez, Valdez, Corujo, Albin, Amodio.  A disp.: Fleitas, Cristoforo, Lopez, Siles, Guichon, Silva, Torres, Zalayeta, Palacios, Varela, Rodriguez.All.: Aguirre

Arbitro: Guida di Torre Annunziata     Assistenti: Rubino-La Rocca

Reti: 49’ Hamsik, 89’ Perez Ammoniti: Ruiz

Note: Serata mite, spettatori 30000

Napoli – Vince prima di tutto il pubblico alla prima uscita stagionale del nuovo Napoli 2011/2012 al San Paolo contro il Penarol, grande l’entusiasmo dei circa 30000 partenopei per salutare il ritorno a Napoli del gruppo allenato da mister Mazzarri dopo il ritiro di Dimaro,e tanti gli striscioni per ricordare gli 85 anni del club azzurro,  tripudio per Inler e Cannavaro con l’ex giocatore dell’Udinese già idolo al San Paolo. Giro di campo per il presidente De Laurentiis insieme al sindaco di Napoli De Magistris. Accoglienza calorosa anche per gli argentini Campagnaro e Lavezzi, l’ultimo di ritorno oggi dopo la coppa America, che hanno assistito alla gara a bordo campo.

Classica gara estiva con poco ritmo e manovra lenta, molto dovuto al ritiro appena terminato ma anche alla formazione uruguaiana del Penarol che si è dimostrata ostica e ben si è chiusa non facendo giocare il Napoli come voleva, nelle fila degli ospiti anche gli ex Amodio e Zalayeta.

Gara sicura e propositiva di Federico Fernandez che al 2’ di gioco si faceva trovare sull’out destro e dopo un rimpallo favorevole impegnava a terra Carini, la risposta del Penarol è affidata ai piedi di Albin che dopo un rinvio errato della difesa azzurra mandava alle stelle un invitante pallone.Inler tocca il suo primo vero pallone al 7’ con un invitante palla filtrante per Lucarelli che non ci arriva, pochi minuti dopo  prova il tiro da fuori che fa esaltare il pubblico, ma la palla è lontana dalla porta.

Gara che torna viva al 29’ con un traversone di Dossena da sinistra, Lucarelli nella sua mattonella però manca pallone e gol. Ripartenza del Penarol con suo uomo gara, Carujo, esterno con buona tecnica che salta Ruiz e Dossena ma manda alto. Allo scadere della prima frazione contropiede del Penarol con Pastorini che appena in area viene fermato da un provvidenziale Fernandez che salva il risultato.

Mazzarri attende venti minuti per i primi cambi, mantenendo inalterata la formazione, perché va bene che è una amichevole, ma il risultato è ugualmente importante.Il mister non viene smentito e infatti il vantaggio arriva al 49’, cross da destra di Maggio lungo per Lucarelli, recupera il pallone Mascara che scarica per Hamsik che al limite dell’area piccola insacca. Al 65’ lancio millimetrico per Hamsik che solo si fa ipnotizzare da Carini che manda il angolo il possibile raddoppio azzurro.

Comincia la girandola di sostituzioni con mister Mazzarri che tiene fuori dalla festa Rosati, Grava e Britos. Allo scadere arriva anche il pareggio del Penarol con Donadel che perde palla a centrocampo, palla per Perez che si invola sulla sinistra e supera De Sanctis per il pareggio finale.Pubblico festante in questa prima uscita della stagione che vedrà il Napoli nuovamente in champions, fischi solo per Rinaudo che è colpevole di aver indossato la maglia bianconera della Juventus nella passata stagione.  

 

PAGELLE:  

DE SANCTIS:  6  Gara non impegnativa la sua, incolpevole sul gol di Perez

FERNANDEZ:  6,5 Sicuro e determinato, non soffre il diretto attaccante e al suo esordio italiano merita la piena sufficienza

CANNAVARO: 6,5 Solita prova sicura del capitano che non corre pericoli. (Dal 31’ s.t. RINAUDO NG)

RUIZ: 6 Buona prova anche se in un paio di circostanze si lascia infilare dalla’attacco uruguagio, sta entrando nella mentalità italiana. (Dal 21’ s.t. ARONICA SV)

MAGGIO: 6,5 Uno dei migliori questa sera come gamba e lucidità.

INLER: 6 Buono il suo esordio, si vede più qualità in mediana, ma aspettiamo la formazione titolare per apprezzarlo. (Dal 31’ s.t. BOGLIACINO SV)

DZEMAILI: 6 Con Inler assicura stabilità al centrocampo, buono il suo stato fisico. (Dal 18’ s.t. DONADEL 5 , forse il peggiore questa sera, sbaglia quasi sempre il lancio ed è colpevole dopo aver perso banalmente palla a centrocampo del pareggio)

DOSSENA: 6- Non è apparso al meglio fisicamente, forse deve ancora smaltire i carichi di lavoro, ma dal punto di vista della posizione è sembrato quello dello scorso anno.

HAMSIK: 6 Partita giocata sottotono la gioiellino azzurro che spesso è stato avulso dal gioco, sempre determinante sottoporta. (Dal 31’ s.t. Cigarini SV)

MASCARA: 6 Gara generosa la sua, ma in questo Napoli non sarà un titolare, suo l’assist per Hamsik, potrà essere utile durante il campionato. (Dal 18’ s.t. Santana 5,5 non è sembrato ancora in palla, forse per uno stato fisico forse perché non si è inserito ancora al meglio negli schemi di Mazzarri)

LUCARELLI: 5 Non gioca una buona partita, non da peso in avanti in zona gol, una sola girata di testa sembra poco. (Dal 35’ s.t. Dezi SV)

MAZZARRI: 7 Il voto per essere ancora sulla panchina azzurra, si attendono i rientri dei big e lo sfoltimento della rosa che sembra davvero troppo ampia

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »