Napoli – Nizza 2-0, ma quanto rammarico

Un solo gol, ma troppo lenta la manovra

Serata delle grandi occasioni al San Paolo, il Napoli scende in campo con il solito schieramento tattico mentre i francesi si dispongono in campo con un molto difensivo 5-3-2. Dopo qualche minuto di studio, il Napoli affonda, bellissima palla di Hamsik per Callejon, che tutto solo manda alto con la testa, ma è il preludio del gol. Al tredicesimo Insigne serve splendidamente Mertens che supera il portiere avversario e insacca il meritato vantaggio azzurro. Ancora Callejon sciupa un altro lancio di Insigne, Mertens poi dribbla tutta la difesa francese ma il portiere del Nizza è attento e para. Dopo la mezz’ora il Napoli cala spaventosamente ed infatti i francesi si fanno molto insidiosi in almeno due ripartenze, ma per fortuna non hanno una mira adeguata. Gli azzurri sono in partita e quasi allo scadere hanno un’altra buonissima occasione con Insigne che con il suo caratteristico tiro a giro mette alla prova la prontezza di riflessi di Cardinale, che mette in angolo, finisce così un primo tempo giocato abbastanza bene dal Napoli, ma che evidenzia una mancanza di condizione che ne rallenta notevolmente il ritmo del giro palla.

 

Napoli quante occasioni sprecate

Il secondo tempo vede ancora di più i ritmi bassi da parte dei partenopei, ma arrivano delle buonissime occasioni, infatti dopo appena cinque minuti della ripresa su un tiro di Mertens deviato dal portiere, Insigne in spaccata prende la base del palo, passano pochi minuti e Allan fa correre Callejon a destra, cross basso all’indietro perfetto per Mertens, quest’ultimo apre troppo il piattone e spedisce a lato di un nulla. Il Nizza è poca cosa e si fa vedere solo con un tiro dalla distanza di Plea che va fuori non di molto, poi ancora Napoli, su lancio di Hysaj, Le Marchand colpisce la sua traversa nel tentativo di anticipare Callejon. Al sessantasettesimo, gran scambio tra Insigne e Mertens, che viene steso da Jallet, rigore per il Napoli, batte Jorginho e fa due a zero. Ritmi ancora più lenti per gli azzurri, che sentono la stanchezza, nonostante un doppio rosso per il Nizza, in undici contro nove, sono poco lucidi e sprecano il tre a zero con Milik clamorosamente da solo a porta vuota, ma troppo errori sotto rete, si vede che mancano ancora le gambe agli uomini di Sarri. Finisce due a zero, risultato buono, ma non rassicurante, in Francia ci sarà da soffrire.

 

 

FORMAZIONI

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan (40′ st Rog), Jorginho, Hamsik (14′ st Zielinski); Insigne, Mertens (30′ st Milik), Callejon. A disp.: Sepe, Chiriches, Maggio, Diawara. All.: Sarri

NIZZA (5-3-2): Cardinale; Jallet, Souquet, Dante, Le Marchand, Sarr (15′ st Boscagli); Koziello, Seri, Lees-Melou; Saint-Maximin (37′ st Walter), Pléa. A disp.: Benitez, Burner, Marcel, Makengo, Mahou. All.: Favre

 

ARBITRO: Szymon Marciniak (POL)

Assistenti di linea: Sokolnicki – Listkiewicz (POL)

ADD1: Raczkowski       ADD2: Musial              IV uomo: Siejka (POL)

Marcatori: 13′ Mertens (NA), 25′ st rig. Jorginho (NA)

Ammoniti: Insigne (NA), Pléa (NI)

Espulsi: 34′ st Koziello (NI) per gioco violento, 34’ Pléa (NI) per doppia ammonizione

Recupero: 1’ pt, 5’ st.

A proposito dell'autore

Rosario Verde

Maturita’ classica. Attestato di Intelligence e Spionaggio Industriale conseguito presso L’Iscom, istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione.Giornalista, curatore di rubriche e membro della redazione presso il giornale cittadino “Zapping” di Casandrino. Amante del Latino, si definisce un malato della maglia azzurra. Lettura e scrittura, tecnologie, sport, viaggi sono i suoi hobby nel tempo libero.

Post correlati

Translate »