Napoli-Milan 28/10/2009(2-2)

Oggi German Denis è salito alla ribalta della cronaca per le sue doti diciamo così da “ boxeur “, ma il 28 ottobre 2009 i titoloni che parlavano di lui sui giornali, lo incensavano per un  magnifico colpo di testa che coronò una fantastica ed inaspettata rimonta. Ma cominciamo dall’ inizio, e torniamo ala sera di mercoledì  28 ottobre 2009, quando il San Paolo fu lo scenario di una gara dall’ andamento romanzesco. Walter Mazzarri  sedeva per la terza volta sulla panchina del Napoli dopo aver subito conseguito due vittorie contro Bologna e Fiorentina. Ora lo attendeva la prova del 9, contro l’ affascinante ostacolo rappresentato dal  Milan di Leonardo, l’ uomo che pur di non piegarsi alle volontà presidenziali, preferì togliere il disturbo dopo una sola, soddisfacente stagione. Agli ordini del futuro arbitro della finale mondiale 2014, al secolo  Rizzoli di Bologna, così scesero in campo le squadre : Napoli con De Sanctis, Grava, Rinaudo. Campagnaro   (65° Datolo ), Aronica, Gargano, Pazienza ( 63° Cigarini ), Maggio, Hamsik, Lavezzi, Quagliarella. Milann con : Dida, Abate, Nesta ( 8° Kaladze ). Thiago Silva, Zambrotta, Ambrosini, Pirlo, Seedorf, Pato, Inzaghi ( 73° Borriello ), Ronaldinho ( 60° Flamini ). Come si potrà notare, un Milan ben diverso dall’ attuale. Stadio naturalmente pieno come un uovo. L’ inizio è da incubo : Non sono ancora passati due minuti che, lanciato al bacio da Seedorf al volo, Pippo Inzaghi di contro balzo brucia le mani a De Sanctis, che sfiora solo il pallone. Passano appena tre minuti, e stavolta è Inzaghi a spizzare di testa dal cerchio di centrocampo verso Pato. La difesa azzurra, già incerta in occasione del primo gol , si fa nettamente sorprendere, ed a nulla serve il trafelato tentativo di Aronica di bloccare il brasiliano : tiro imparabile a mezza altezza ed il raddoppio  è cosa fatta. Comprensibilmente stordito, il Napoli fatica a riemergere, ed è solo all’ inizio della ripresa, che gli azzurri si fanno pericolosi, prima con Lavezzi ( che batte alto ) e poi con un incredibile batti e ribatti con Lavezzi, Gargano ed Hamsik a concludere, e con Dida a sfornare prodezze in serie. Gli azzurri continuano ad attaccare, ma fine a cinque minuti dal termine non succede nulla o quasi, quando viene espulso Abate per un fallo su Lavezzi. Qualcuno comincia ad uscire dallo stadio, e si perderà un imprevisto finale…Al 90° al volo da fuori area Cigarini accorcia le distanze, e dopo soli due minuti ( 92° ), Maggio si libera caracollando alla Lavezzi sull’ out destro, e crossa al centro. Denis svetta di testa beffando Dida, e facendo ribollire di entusiasmo il San Paolo, follemente ebbro di felicità per l’ insperato 2 -2. Un pareggio dal sapore di una vittoria  trionfale !

Considerando il tradizionale valore del Milan, il bilancio in Campania e tutto sommato niente affatto disprezzabile : 24 vittorie, 20 pareggi e 22 sconfitte. Dopo l’ inatteso “ poker “ subito in quel di Empoli, urge un pronto riscatto per la “ Rafa – band “ ed i suoi prodi, dopo la “ Waterloo “ subita in Toscana… 

EMANUELE OROFINO

A proposito dell'autore

Luigi Giordano

Post correlati

Translate »