NAPOLI – MARSIGLIA: TRE PUNTI IN RAMPA DI LANCIO VERSO LA QUALIFICAZIONE

NAPOLI - MARSIGLIA: TRE PUNTI IN RAMPA DI LANCIO VERSO LA QUALIFICAZIONE src=

Questa volta la Champions League non è come quella già vissuta qualche stagione fa. Allora, il Napoli di Mazzarri viaggiava più sulle ali dell'entusiasmo che sulla consapevolezza dei propri mezzi tecnici e tattici, ma c'è anche un altro dato a differenziare le due stagioni della maggiore competizione europea: in quell'occasione, il girone prevedeva il Bayern Monaco che, in un modo o in un altro, volava più di tutti staccando le avversarie dopo breve tempo; il Manchester City divenne la vera antagonista del gruppo azzurro per il secondo posto mentre il claudicante Villarreal si trasformò in squadra cuscinetto. Adesso, invece, la differenza è sostanziale: il Marsiglia può considerarsi un po' come quel Villarreal visto lo 0 nella casella dei punti accumulati con tre sconfitte in tre gare, due di queste in casa. I francesi, ormai, potrebbero più aspirare a qualche sgambetto che alla qualificazione visto che le altre tre in corsa si dividono la scena con 6 ounti a testa. Due stagioni fa, dopo tre gare, il Napoli godeva di 4 punti (quindi 2 in meno, altro che meriti…) con due trasferte (pari a Manchester e sconfitta in Germania) e una vittoria in casa con il Villarreal; adesso i punti sono 6 con due vittorie (al San Paolo con il Borussia e in Francia), e una sconfitta in Inghilterra. Tutto questo per dire che l'attenzione deve essere altissima visto che, nel caso dovesse concludersi il girone con tre squadre a 12 punti, l'eliminazione potrebbe bruciare tantissimo con un conseguente contraccolpo psicologico visto che tale delusione potrebbe arrivare dagli scontri diretti. Quindi, il Napoli ha la possibilità di guadagnare la scena di fronte al proprio pubblico sfruttando proprio le due gare casalinghe per poi accontentarsi anche di un pareggio in Germania. Fondamentale, quindi, è la gara col Marsiglia visto che Arsenal e Borussia si affronteranno nello scontro diretto mettendosi pressione a vicenda. Occhio, però, a non darsi la classica zappa sui piedi: come precedentemente detto, il Marsiglia può sperare al semplice sgambetto e drammatico potrebbe diventarlo condizionando l'ordine pubblico con inevitabili ripercussioni sul Napoli e sulla sfida con l'Arsenal. Tifosi e squadra, quindi, sulla stessa barca. Calma, sangue freddo, lucidità e… au revoir!

Marsiglia. Elie Baup trova un po' di respiro con il pareggio nell'ultima gara di campionato in casa del Rennes allentando leggermente la pressione sul gruppo. A Napoli con il 4-2-3-1 spavaldo con difesa molto alta e gioco lento basato sulle individualità della trequarti offensiva. In difesa Abdallah sarà confermato sul settore destro di difesa mentre la linea mediana cercherà di accorciare gli spazi in fase di non possesso per dare protezione; Valbuena sarà lo spauracchio offensivo mentre Thauvin dovrebbe presentarsi sull'out di destra con Andrè Ayew a sinistra. Occhio a Gignac che nonostante il brutto momento resta una punta molto temibile soprattutto in area di rigore.

Formazione (4-2-3-1) Mandanda (30); Abdallah (2), N'Koulou (3), Diawara (21), Monreal (15); Romao (20), I. Wanga (25); Thauvin (14), Valbuena (28), A. Ayew (11); Gignac (9)

All. Elie Baup

Ballottaggi. Thauvin 80% – J. Ayew 20%; I. Wanga 60% – Cheyrou 40%

Indisponibili. Fanni, Mendes

Napoli. Benitez non vuole fare calcoli. Il tecnico spagnolo sa bene dell'importanza della gara e del fattore psicologico vista la sfida di domenica sera a Torino con la Juventus. In campo con il 4-2-3-1 di possesso palla e ripartenza veloce con la migliore formazione disponibile. Armero e Maggio saranno i due esterni di difesa mentre Inler ritroverà il posto da titolare al fianco di Behrami con Dzemaili pronto dare riposo ad uno dei due svizzeri; Insigne dovrebbe partire dal primo minuto al posto di Mertens con il belga pronto a scaldare i motori a gara in corsa.

Formazione (4-2-3-1) Reina (25); Maggio (11), R. Albiol (33), Fernandez (21), Armero (27); Behrami (85), Inler (88); Callejon (7), Hamsik (17), Insigne (24); Higuain (9)   All. Rafa Benitez

Ballottaggi. Insigne 70% – Mertens 30%

Indisponibili. Mesto, Zuniga, Britos

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »