Napoli, fidati di Manolo. Nessun italiano come lui

Manolo Gabbiadini ha confermato oggi ciò che chi lo ha seguito con attenzione doveva già sapere: è un attaccante da Napoli. L’ex doriano, chiamato al difficile compito di sostituire Higuain, ha disputato una gara generosa, mostrandosi voglioso di trovare la rete ed aiutare i compagni sin dai primi minuti della sfida.

Il gol che ha sbloccato la partita è stato il giusto premio per un attaccante che, in questa stagione, ha giocato da titolare appena due gare in campionato, senza mai però pronunciare una frase fuori posto. E dire che i numeri gli danno ampiamente ragione: negli appena 813 minuti disputati quest’anno, l’attaccante ha messo a segno 7 reti, Una ogni 116’. Sommando invece minuti e reti delle ultime due stagioni, viene fuori che l’azzurro ha trovato la via del gol una volta ogni 120 minuti. Come sottolinea orgogliosamente la sua agenzia, nessun italiano è riuscito a far meglio.

Ad appena 24 anni, il numero 23 partenopeo ha ancora ampi margini di miglioramento, ed ha dimostrato che quando chiamato in causa sa essere sempre decisivo. Un’ottima notizia per Sarri, che potrà affrontare la squalifica di Higuain con un po’ d’ansia in meno (che lusso tenere in panchina un talento così…) e, perché no, anche per Antonio Conte. L’ossessione per il minutaggio dei suoi convocabili è nota, ma il ct è davvero sicuro di voler rinunciare all’attaccante italiano con la migliore media gol? Qualche domanda, al posto suo, ce la faremmo.

Translate »