Napoli-Cremonese 3-3, cronaca e pagelle

Nella terza amichevole precampionato, il Napoli affronta la Cremonese a Dimaro. Gli azzurri scendono in campo con una formazione fatta da diversi titolari tra cui Meret, Manolas, Zielinski e Milik.

PRIMO TEMPO

Nei primi minuti il Napoli tenta qualche timida offensiva, perlopiù di natura personale, grazie agli spunti di Insigne, senza mai essere realmente pericoloso. Al minuto 13′ la Cremonese va in vantaggio sugli sviluppi di un corner, spizzata sul primo palo e tap in vincente di Mogos. Immobili i difensori azzurri. Tiro da fuori di Chiriches al 15′, Agazzi mette in corner.
Al 26′ Zielinski fa secco l’avversario, e spara di sinistro da circa 30 metri, conclusione fuori di pochissimo. Il Napoli gestisce la palla lentamente sulla trequarti, facendo tanto possesso e consentendo . Al 35′ Gaetano prova a piazzare il destro da fuori, ma la palla termina a lato.
Al minuto 37, Mertens viene atterrato in area, calcio di rigore per il Napoli. Insigne trasforma dagli 11 metri.
Minuto 39′, Milik con un solo tocco stoppa il pallone e fa un sombrero al difensore, senza poi riuscire a concludere in rete.
Al 42′ ancora in vantaggio la Cremonese, dopo un’azione manovrata partita da sinistra: perfetta triangolazione e scarico al centro dell’area, da dove Arini insacca.
Al 44′ Insigne parte da sinistra e tira a giro, ma incontra i guantoni del portiere.

SECONDO TEMPO
Dentro Mario Rui, Maksimovic, Luperto, Verdi, Malcuit, Di Lorenzo, escono Mertens, Ghoulam, Manolas, Chiriches, Zielinski, Hysaj.
Al 53′ Gaetano triangola bene con Insigne, ma ci mette troppo tempo a concludere e si fa chiudere.
Un minuto più tardi arriva il pareggio degli uomini di Ancelotti: schema da calcio d’angolo, Insigne crossa al limite dell’area verso Verdi, che stoppa e di sinistro fa 2-2.
Ci riprova la Cremonese, con un tiro da fuori al 56′ che costringe Meret
66 sul cronometro: Tutino e Younes entrano in campo al posto di Insigne e Milik.
Al 69esimo minuto, Malcuit è costretto ad uscire per infortunio, al suo posto c’è Elmas.
Al minuto 70, Verdi imbuca in area di rigore per Younes. Il tedesco regge al contrasto col difensore, e da posizione defilata segna il gol del 3 a 2.
Al 76′ gol pazzesco di Soddimo che inventa un pallonetto da metà campo, prendendo alla sprovvista Meret. E’ 3-3 a Dimaro.
All’89’ triangolazione Rui-Tutino-Verdi, quest’ultimo spreca di fronte al portiere.

IL TABELLINO
NAPOLI-CREMONESE 3-3

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Hysaj (45° Malcuit) (68° Elmas), Manolas (45° Luperto), Chiriches, Ghoulam(45° Mario Rui); Gaetano, Zielinski(45° Verdi); Callejon, Mertens (45° Di Lorenzo), Insigne (66° Younes); Milik(66° Tutino).  A disp.: Karnezis, Idasiak, Malcuit, Mario Rui, Verdi, Elmas, Luperto, Maksimovic, Di Lorenzo, Tutino, Younes.

CREMONESE (4-4-2): Agazzi; Mogos, Claiton, Caracciolo, Terranova; Arini, Castagnetti, Boultam, Migliore; Piccolo, Palombi. A disp.: Ravaglia, Volpe, Ravanelli, Rondanini, Xoxha, Renzetti, Girelli, Cella, Deli, Montalto, Soddimo. All.: Rastelli.

Marcatori: 11° Mogos, 37° rig. Insigne, 42° Arini, 53° Verdi, 70° Younes, 75° Soddimo
Ammoniti / espulsi: nessuno

LE PAGELLE

Meret 5,5: incolpevole sui primi due gol, viene impegnato in parate scolastiche. Viene colto impreparato dal tiro da centrocampo di Soddimo

Ghoulam 5,5: appare fisicamente valido, la grinta ce la mette, ma riesce a concludere ben poco nei 45 minuti che gli sono concessi

Chiriches 6: piacevole sorpresa della giornata. Il rumeno oggi molto puntuale nelle chiusure e non spreca mai la palla, unico neo è l’immobilità totale sul primo gol della Cremonese.

Manolas 6,5: è spesso il più arretrato della squadra, anche rispetto ai compagni di reparto. Corre tanto per fermare le incursioni dei contropiedisti avversari e ci riesce egregiamente.

Hysaj 5,5: tenta di essere propositivo e di verticalizzare il gioco in una fase in cui il Napoli era appannato, ma meno bene in fase di non possesso,

Callejon 6: uno dei pochi a giocare interamente 90 minuti, è praticamente ovunque come solo Callejon sa fare. Sbaglia molto raramente gli appoggi, ed è un punto di riferimento per la squadra, ma come gli altri nel primo tempo non riesce mai a sfondare

Zielinski 6: parte male, impreciso nei passaggi, ma è combattivo in fase difensiva e realizza un paio di giocare per ricordare a tutti quanta tecnica possiede

Gaetano 6+: voglioso di mettersi in mostra, corre, dribbla, pressa, tira e crossa, ma spesso esagerando e buttando via il pallone.

Insigne 6,5: nel primo tempo è il più propositivo, buone le sue triangolazioni nello stretto e le percussioni sulla fascia sinistra. Dagli 11 metri trasforma freddamente. Prestazione positiva.

Mertens 6: appare e scompare dalla partita, ma quando c’è impensierisce la difesa della Cremonese. Si procura anche il rigore per l’1-1.

Milik 5: assente nei primi 45 minuti, si segnala solo uno stop–dribbling all’interno dell’area di rigore

Malcuit sv

Verdi 7: entra nel secondo tempo, segna un gol da fuori area e serve l’assist per il 3-2 di Younes. Sicuramente il più concreto degli uomini offensivi azzurri oggi. Fosse così anche in gare ufficiali…

Mario Rui 6: fa il compitino, e gli riesce, ma a parte una conclusione da fuori area non è determinante

Di Lorenzo 6: si sovrappone e spinge in fase di possesso, ma non produce nessuna giocata degna di nota.

Tutino 6: serve un grande assist a Verdi, non trasformato dall’ex Bologna, poi mostra una mancanza di personalità preferendo servire il compagno anziché calciare dinanzi al portiere

Younes 6,5: ha il gol nel sangue, tocca pochi palloni ma riesce a influenzare la partita sfruttando il buon suggerimento di Verdi

Elmas 6: all’esordio assoluto con la maglia del Napoli, si mette in mostra ben poco. Sufficienza di incoraggiamento.

A proposito dell'autore

Andrea Mallardo

Studente di scienze politiche, iscritto alla associazione italiana arbitri. Segue il Napoli con passione e oggettività. Ha come diversivi il viaggio e lo scrivere. È alla sua prima esperienza come giornalista sportivo

Post correlati

Translate »