Napoli, così non va

Fuori il carattere

Primo tempo avaro di emozioni quello tra Napoli e Dinamo, azzurri che cercano insistentemente l’imbucata centrale, ma sia Mertens che Insigne si perdono sul più bello. Gli Ucraini sono ben messi in campo, difesa alta, squadra corta, ma lasciano molto spazio centralmente, dove si infilano a più riprese gli avanti azzurri, ma non concludono mai. Un solo tiro in porta quello di Hamsik, che arriva al ventiquattresimo ed è un passaggio al portiere avversario. Manca determinazione e grinta per una partita da vincere assolutamente, il solito palleggio azzurro serve veramente a poco, manca la cattiveria agonistica che avrebbe permesso di sfruttare tutte quelle incursioni centrali fatte. Occorre più velocità, più forza, più concentrazione.

Così non va

Secondo tempo che il Napoli sembra iniziare meglio, con una bella conclusione di Hamsik, poi entra anche Gabbiadini per uno spento Insigne, Manolo si produce in un paio di azioni buone ma non sfonda la retroguardia ucraina. Partita che diventa sempre più lenta e gli uomini di Sarri non si scuotono anzi sembrano non crederci più, entrano anche Allan per Zielinsky e Giaccherini per Mertens, finisce a reti bianche, una partita da vincere a tutti costi, ma Napoli che è sembrato giocare con il freno a mano tirato, cambia poco in ottica qualificazione, con un pareggio in Portogallo, Napoli agli ottavi, ma così non va.

FORMAZIONI

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (77’ Allan), Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens (86’ Giaccherini), Insigne (65’ Gabbiadini). In panchina: Rafael, Giaccherini, Allan, Jorginho, Maggio, Chiriches, Gabbiadini. All. Sarri

DINAMO KIEV (4-5-1) Rudko, Morozyuk, Khacheridi, Vida, Makarenko, Yarmolenko, Sydorchuk (66’ Orikhovskiy), Rybalka, Garmash, Tsygankov (60’ Gonzalez), Besedin (80’ Moraes). In panchina: Shovkovskiy, Antunes, Moraes, Korzun, Gonzalez, Buyalskiy, Orikhovskiy. All. Rebrov.

ARBITRO: Ovidiu Hategan (Romania)

Assistenti di linea: Octavian Sovre – Sebastian Gheorghe (ROM)

ADD1: Radu Petrescu            ADD2: Sebastian Colescu     IV uomo: Radu Ghinguleac (ROM)

Ammoniti: Sydorchuk (D), Koulibaly (N)

Recupero: 0’ pt, 3’ st.

A proposito dell'autore

Rosario Verde

Maturita’ classica. Attestato di Intelligence e Spionaggio Industriale conseguito presso L’Iscom, istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione.Giornalista, curatore di rubriche e membro della redazione presso il giornale cittadino “Zapping” di Casandrino. Amante del Latino, si definisce un malato della maglia azzurra. Lettura e scrittura, tecnologie, sport, viaggi sono i suoi hobby nel tempo libero.

Post correlati

Translate »