NAPOLI-CESENA 4-0

NAPOLI-CESENA 4-0 src=

Napoli – Cesena 4-0

 

Napoli (3-5-2): Iezzo; Cupi (68° De Zerbi), Cannavaro, Domizzi; Grava, Hamsik, Gargano, Bogliacino (77° Montervino), Rullo; Lavezzi, Calaiò (83° Sosa).

Cesena (4-4-2): Berti; Dou Dou, Cortellini (54° Mezzavilla), Sacillotto, Ola; Salvetti, Vascak, De Feudis, Biasi (73° Tonucci); Aurelio (56° Vignati), Botta.

Arbitro: Velotto di Grosseto

Reti: 13° Calaiò, 40° Hamsik, 75° De Zerbi, 92° Domizzi

Ammoniti: Domizzi (N)

Espulso: Sacillotto (C) al 55°

Note: Serata calda e ventilata, terreno in perfette condizioni. Angoli 11-1 per il Napoli. Spettatori paganti: 19882, per un incasso di euro 185.077,00

Certo, come ha detto a fine gara Edy Reja, il Cesena non era certo uno dei test più probanti che potesse capitare stasera sulla strada degli azzurri. Ciononostante, il Napoli ha mostrato un buon gioco d’ assieme, dedito essenzialmente a scambi veloci da effettuarsi palla a terra. In questo, un buon contributo è stato dato da tutti e tre i nuovi acquisti schierati stasera, Hamsik, Lavezzi e Gargano. Soprattutto il primo, oltre a dar ordine alla manovra di centrocampo, è entrato da protagonista sia nel primo che nel secondo gol. Lavezzi si è mosso su tutto il fronte d’ attacco, mostrando le qualità decantate al momento della sua venuta a Napoli. Gargano, pur se a volte un po’ confusionario, ha dato una mano anche al reparto difensivo, per la verità quasi mai messo a dura prova dagli avanti romagnoli. Rullo e Grava hanno dato una buona spinta sulle fasce,  De Zerbi appena entrato, ha mostrato quel di cui è capace quando è in vena, Domizzi ha cercato con caparbietà il gol, trovandolo con l’ aiuto di Vignati proprio all’ ultimo giro d’ orologio.  Napoli in partenza con il 3 -5 -2, Cesena con il più prudente 4 -4 -2. Prima grossa emozione dopo tredici minuti, grazie a Calaiò che manca di testa una non difficile conclusione, non fallendo però il bis al 20°, portando in vantaggio gli azzurri; ecco come : Hamsik crossa arcuatamene dalla destra, il bomber colpisce forte in piena fronte, il 40 enne portiere ospite Berti altro non può fare che toccare appena la palla. Passano sette minuti e Erminio Rullo con una plastica rovesciata impegna severamente Berti. Al 31° Domizzi si avventa in area ma conclude a lato. Al 40° il raddoppio; Hamsik ruba palla a centrocampo, scambia con Lavezzi, e dal dischetto del rigore con il piattone destro, chiude in pratica il match. Dopo un’ ammonizione rimediata da Domizzi per un fallo da dietro su Botta, il tempo si chiude con Lavezzi che sfiora ancora il gol.

La ripresa si apre con Calaiò che manca di poco il tris di testa. Al 54° viene espulso il difensore Sacilotto per una gomitata su Rullo. La gara, destinata ad un tranquillo tran – tran finale, si accende per merito di Roberto De Zerbi, entrato al posto di Cupi, che con un gran destro dai venti metri al 68° sigla il meritato 3 – 0. All’ 80°, dopo un veloce scambio con Calaiò, solo un grande Berti impedisce ad Hamsik di realizzare la doppietta personale. Testardamente, dopo aver anche colpito una traversa su punizione, anche Maurizio Domizzi trova il gol al 92°, con l’ aiuto fondamentale di Vignati.In sostanza, a nostro modesto parere, è un 4 -0 che fan ben sperare per i prossimi impegni. Quello immediato è in programma sabato sera per il secondo turno di coppa, contro il sorprendente Pisa che ha eliminato il Brescia di Cosmi.

A proposito dell'autore

Avatar

Post correlati

Translate »