Il Napoli cala il poker: sugli scudi Milik e Allan, disastroso Tonelli

Nella terza amichevole stagionale il Napoli affronta il Carpi di mister Calabro, compagine di tutto rispetto che la scosa stagione ha sfiorato la promozione nella massima serie. Maurizio Sarri schiera il consueto 4-3-3 con Maggio nel ruolo di terzino destro e Zielinski in favore di Hamsik; in avanti confermato il tridente leggero. Si rivede dal primo minuo Pepe Reina. Gli emiliani rispondono proponendo un 3-5-2 con Concas accanto a Mbakogu.

 

PRIMO TEMPO

Pronti-via i partenopei impongono subito il loro gioco mettendo in evidenza un fraseggio fluido e continuo che vede il coinvolimento di tutti gli effettivi. Al 7′ gli uomini di Sarri collezionano un’azione perfetta: Allan vede in profondià Mertens, il belga serve serve con un no-look da capogiro Callejon che con un uno scavetto delizioso supera il portiere avversario portando in vantaggio i suoi. Dopo dieci minuti lo stesso Allan raccoglie un colpo di tacco del solito “Ciro” Mertens provando la conclusione dal limite dell’area: ottima respinta di Colombi nella circostanza. A metà della prima frazione di gioco si mette in mostra Lorenzo Insigne che dopo una bella percussione prova la conclusione dalla distanza, trovando tuttavia i guantoni dell’estremo difensore emiliano. Qualche piccolo campanello d’allarme arriva sull’out di destra quando Maggio in un paio di occasioni si fa saltare agevolmente da Mbakogu e Anastasio. Si va così all’intervallo sul punteggio di 1-0.

 

 

SECONDO TEMPO

Formazione totalmente rivoluzionata nella ripresa: in panchina resta soltanto Leandrinho. A inizio ripresa il Carpi trova il pareggio con Malcore che approfitta di un disimpegno errato di Tonelli e deposita il pallone in rete con un gran destro a giro sul secondo palo. Al 63’Giaccherini va vicino al bersaglio grosso su calcio di punizione: ottimo intervento da parte di Colombi. Con il passare dei minuti il Napoli appare piuttosto disordinato, non creando nitide palle gol e rischiando di farsi bucare in contropiede. Il gol arriva in modo alquanto fortunoso: il Carpi perde palla a ridosso dell’area di rigore, ne approfitta Milik che con un sinistro potente fa centro. I biancorossi hanno un’altra chance per pareggiare a causa di uno sciagurato Tonelli che perde nuovamente palla in modo banale: salva tutto Chiriches. Gol sbagliato, gol subito e Arek fa tris a porta vuota dopo chel’ottimo Ounas aveva seminato il panico sull’out di destra. Il poker porta la firma proprio di Adam Ounas che dopo essere stato servito da Giaccherini è freddissimo sotto porta e chiude la partita con un sinistro sul palo lontano della porta difesa da Colombi. Termina in questo modo il match: Napoli-Carpi 4-1.

 

 

 

IL TABELLINO

Napoli  I tempo (4-3-3)-Reina; Maggio, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne.

Napoli II tempo (4-3-3)-Sepe; Hysaj, Chiriches, Tonelli, Strinic; Rog, Diawara, Hamsik; Ounas, Milik, Giaccherini.

All.Maurizio Sarri

A disposizione: Leandrinho.

Carpi (3-5-2)-Colombi; Poli, Romanoli, Gagliolo; Anastasio, Pasciuti, Bianco, Della Latta, Jelenic; Concas, Mbakogu.

All.Antonio Calabro

A disposizione: Rossi, Sarzi, Puttini, Sabbione, Lollo, Romano, Sperotto, Jawo, Maurizi, Malcore, Saric, Cavalieri, Capela, Mugelli, Mezzoni, Solini, Fedele.

Ammoniti: 29’p.t. Anastasio, 32’s.t. Solini

Reti: 7’p.t. Callejon, 6’s.t. Malcore; 37′ e 42’s.t. Milik, 45’s.t. Ounas.

LE PAGELLE

Reina: 6-Ordinaria amministrazione per il portiere spagnolo che alla prima apparizione stagionale conferisce sicurezza al reparto rivelandosi il primo regista della squadra.

Maggio: 6-Si mette in evidenza per alcune progressioni in fase offensiva, tuttavia si fa saltare troppo facilmente da Mbakogu in un paio di occasioni.

Maksimovic: 6,5- Ottima prestazione da parte del serbo: sempre ordinato ed elegante nei disimpegni.

Koulibaly: 7-Vince tutti i duelli con Mbakogu ricevendo l’ovazione del pubblico; bravo ad impostare la manovra ed impeccabile in marcatura.

Ghoulam: 6- Un pò sulle gambe, non dà il solito apporto sulla fascia sinistra, dalle sue parti il Carpi si vede pochissimo.

Allan: 7,5- Il migliore in assoluto, ottima la sua verticalizzazione dalla quale scaturisce il vantaggio. Leader della mediana; non perde un contrasto.

Jorginho: 6-Buone geometrie per l’italo-brasiliano, fa girare velocemente la palla trovando sempre la soluzione giusta.

Zielinski: 6- Sembra essere un pò affaticato dai carichi di lavoro, non riesce a perforare il centrocampo avversario limitandosi al compitino.

Callejon: 7-Ancora a segno l’ex madrileno. La rete è di pregevole fattura, una parabola meravigliosa che entra dolcemente in rete. Per il resto solito lavoro da stacanovista puro.

Mertens: 7-Imprescindibile, tutte le azioni pericolose nascono dai suoi piedi. Gioca con una naturalezza impressionante.

Insigne: 6,5- Triangolazioni continue con Mertens, geniali le sue aperture verso Callejon. A un mese dal preliminare di Champions Lorenzinho sembra già in forma.

Sepe: 6- Nessun intervento degno di nota, probabilmente era leggermente fuori dai pali in occasione dell’1-1.

Hysaj: 6- Si fa vedere con qualche conclusione da fuori che termina di poco a lato. Per il resto è chiamato poco in causa.

Tonelli:4,5- Disastroso il centrale difensivo toscano che sbaglia due disimpegni in modo a dir poco “goffo”. Manifesta gravi lacune in fase di impostazione.

Chiriches: 6- Per niente aiutato dal suo compagno di reparto, si ritrova spesso solo a dover fronteggiare gli attacchi avversari.

Strinic: 6- Accompagna costantemente la manovra, andando più volte al cross da ottima posizione.

Rog: 6-Tanta intensità e qualità portata dal giovane croato. Lecito aspettarsi qualche minuto in più per lui.

Diawara: 6- Giocatore molto duttile, non esita mai a tirare dalla lunga distanza. Nel momento di necessità fa vedere i muscoli.

Hamsik: 6- Un pò affaticato il capitano che non mostra la consueta brillantezza. Paga anche lui il momento di confusione totale della prima metà del secondo tempo.

Ounas: 7,5- Che talento! Velocità impressionante, fa venire l’emicrania agli avversari saltandoli come se fossero birilli. Il gol va a coronare una prestazione davvero confortante,

Milik: 8- Bomber di razza, dal nulla trova il gol del 2-1, ha il merito di farsi trovare sempre al posto giusto nel momento giusto. Sarà durissima per Sarri…

Giaccherini: 6-Un pò impacciato, perde diversi palloni ma ha il merito di aver servito col conagiri Ounas in occasione della rete del definitivo 4-1.

Sarri: 6,5- Il Napoli in generale appare in una buona condizione nonostante gli intensi carichi di lavoro. C’è ancora da lavorare, ma si può essere fiduciosi in vista del preliminare di Champions.

 

A proposito dell'autore

Giuseppe Lombardi

Post correlati

Translate »